FantaGazzetta - Solo il meglio del calcio

 

lo united ha tutto da perdere, il city niente

Derby di Manchester, City ultima chiamata

Carlitos Tevez. Getty Images
Carlitos Tevez. Getty Images

Articoli Collegati

 

Tra pochi minuti, circa mezz'ora dalla pubblicazione di questo breve articolo, andrà in scena il derby che solo fino a tre settimane fa sembrava un appuntamento al quale era rimasto solo il fascino del nome, il "derby". 

 

Invece gli scivoloni dei Red Devils e la tenacia di un City con un ritrovato Tevez, hanno conferito alla stracittadina di Manchester l'importanza di una mossa da scacco matto.

All'andata finì con un'umiliazione pesantissima per lo United, un 6 a 1 senza storie sotto il cielo dell'Old Trafford. Dopo quella partita il City sembrava incammanto lungo la strada del titolo, i restanti 21 turni parevano solo formalità, che la super corazzata allenata dal Mancio avrebbe risolto con relativa facilità.

 

E invece, quello che sembrava scontato è stato rimesso in discussione. Il City ha perso il suo vantaggio, lo United ne ha approfittato sorpassandolo. Lo stesso copione si è riproposto nelle ultime settimane, ma a parti invertite. Lo United ha sciupato un considerevole vantaggio di 8 punti infilando una serie di risultati negativi con formazioni di certo non irresistibili come il Wigan Athletic, invischiato nella lotta per non retrodere, e gettando al vento negli ultimi minuti la vittoria nel match contro l' Everton.

 

Il City invece, superato il problema Balotelli, relegato sugli spalti da una squalifica di quattro giornate, ha saputo puntare sulla voglia di riscatto di Carlitos Tevez portarsi a un passo dai cugini.

 

Tra le due è senza dubbio il Manchester United che ha tutto da perdere. Una sconfitta significherebbe testa per il City, perchè a parità di punti gli scontri diretti sono dalla parte degli uomini di Mancini con una differenza reti difficile da eguagliare.

 

In queste condizioni a decidere chi vincerà non sono i muscoli, la forza, la tecnica, ma sono i nervi. La capacità di tenere  sotto controllo le emozioni così come la paura o la voglia di strafare. 

 

Vincerà chi rimarrà lucido un secondo in più dell'avversario e, in questo, chi rincorre, chi non ha niente da perdere, non può che avere un vantaggio. 

 

 

Maria Scopece

© FANTAGAZZETTA RIPRODUZIONE RISERVATANe è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione e link alla fonte nonché dell'autore. 
TI POTREBBERO INTERESSARE