FantaGazzetta - Solo il meglio del calcio

 

L'angolo del FantAllenatore - 34.a giornata

L'angolo del FantAllenatore - 34.a giornata

Tantissimi cartellini, molte squadre con una miriade di voti bassi e la tripletta di uno straordinario Milito hanno caratterizzato il 34.o turno di Serie A, che ha visto l'Inter mettere il sigillo quasi definitivo sul suo 17.o scudetto e il Milan allontanare ancora di più una Juventus allo sbando.

Sempre più interessante la zona salvezza, dove i protagonisti sono stati i giocatori di Lecce e Reggina. Vediamo, come di consueto, i top e i flop di questa quint'ultima giornata del Campionato 2008/2009.


PORTIERI - Sorrentino e Frey sono i migliori estremi difensori di giornata: 7 in pagella e porta difesa alla grande dagli attacchi di Roma e Torino. Giornata sufficiente per Julio Cesar, Dida, Curci ed Handanovic, con quest'ultimo che non prende nemmeno il voto, nonostante i 90 minuti disputati (viene valutato quindi 6).

Periodo decisamente da dimenticare per Buffon, che subisce altre due reti, turno negativo anche per Consigli, Colombo, Rubinho, Benussi, Navarro e Castellazzi.

Kosicky (che in queste ultime giornate sta sostituendo Bizzarri, in partenza da Catania) prende 6,5 di voto, ma non riesce ad evitare i due gol di un Milan in forma strepisosa, mentre il torinista Sereni subisce una sola rete ma poi viene espulso nel finale di partita contro la Fiorentina.

Il peggiore in assoluto è Marchetti che affossa i suoi FantAllenatori con uno zero compessivo: 5 in pagella con 5 gol subiti.


DIFENSORI - Sono ben quattro i difensori andati a segno in questa giornata: Moras, Vargas (periodo fantastico per lui, "bomber" improvvisato), Pasquale e Campagnaro. Il doriano colleziona anche un cartellino rosso al pari di Bellini e Ferrari. Il derby di Genova è sembrato più una maxi-rissa in campo che una partita di calcio, con ben tre espulsi e nove ammoniti.

Buone prestazioni per Felipe, Zapata, Rubin, Zuniga (assist), Pieri, Valdez, Balzaretti (7), Cordoba, Bocchetti, Biava (stagione finita per lui), Gamberini e Pasqual.

Continua il momento strepitoso della difesa milanista, con i "grandi vecchi" Maldini e Favalli sempre tra il 6,5 e il 7 in pagella. Per il Capitano rossonero questo sarà l'ultimo mese della sua carriera, per la quale ormai non ci sono più nemmeno aggettivi.

Passiamo alle note dolenti di giornata, davvero tante: il nerazzurro Santon (5,5) è in fase calante ultimamente, giocano ancora peggio Polenghi, Gastaldello, Raggi e Belleri.

Turno disastroso per le intere difese di parecchie squadre (Atalanta, Cagliari, Catania e Napoli): i peggiori risultano Matheu, T. Manfredini, Talamonti, Canini e Silvestre. Tutti i difensori partenopei vengono valutati con 5 nella trasferta di Siena e continua ad essere molto insicura anche la difesa juventina (due gol subiti in casa dal Lecce, Zebina il peggiore), alla quale manca tantissimo l'infortunato Cheillini, comunque prossimo al rientro.


CENTROCAMPISTI - Kakà mette in rete la sua 15.a perla stagionale e si conferma di gran lunga il miglior centrocampista dell'anno, come ampiamente prevedibile alla vigilia. L'interista Muntari segna poco, ma sempre nelle partite delicate, mentre Pavel Nedved si conferma uno dei pochi bianconeri in forma (doppietta al Lecce). Grandissima giornata per il reparto mediano del Palermo: Migliaccio e Tedesco in gol, Nocerino e Simplicio sono autori di assist, mentre Liverani viene valutato 7,5 (sempre ottima la media voto dell'ex viola).

La Reggina coltiva ancora speranze di salvezza, grazie alle reti di Barreto e Brienza: per il primo grande giornata, anche con un assist. Quinto gol stagionale per il discreto centrocampista del Siena, Kharja.

Buoni voti per i vari Coppola, Palombo, D'Agostino, Giacomazzi, Edinho, Juric, Colucci Marchionni e Kuzmanovic (assist per questi ultimi due). Nell'Inter non deludono mai J.Zanetti e Cambiasso, mentre Palladino fa ammattire i sampdoriani nel derby e guadagna un 8,5 totale. Bene anche tutto il reparto mediano del Milan, delude un pò solo Beckham (6 meno ammonizione).

Molto male Fini (nonostante un assist fatto), C. Doni, Luciano, Mancini (che annataccia!), Camoranesi e Delvecchio. Molte squadre vengono tradite dai propri centrocampi: nel Napoli Hamsik è sempre più imbarazzante, poco meglio Blasi, Amodio e gli altri. Sfilza di insufficienze in Roma (De Rossi, Perrotta, Taddei, Menez), Catania, Bologna (Mingazzini e Mudingayi i peggiori) e Atalanta.

Turno stranamente da dimenticare per Thiago Motta, 5 in pagella con l'aggravante dell'espulsione per lui.


ATTACCANTI - Dopo aver deciso il derby della Lanterna d'andata, il "Principe" Milito si ripete, addirittura con una tripletta, che manda in visibilio i tifosi rossoblu. L'argentino raggiunge quota 19 gol e sale in vetta alla classifica dei migliori attaccanti come fanta-media, seguito a ruota da Ibrahimovic che, nonostante i dissapori col pubblico nerazzurro, conferma di essere nella sua stagione più continua dal punto di vista realizzativo (pure un assist per lo svedese).

Altri attaccanti attesi andati in gol sono Miccoli, F. Inzaghi, Cavani, Quagliarella (doppietta) e Jeda. Sorprende invece il recupero lampo dall'infortunio di Maccarone, puntuale all'appuntamento col gol che in pratica consegna la salvezza, quasi matematica, al suo Siena. Nella stessa gara, in gol anche il brasiliano del Napoli, Pià, sostituto dell'indisponibile Lavezzi. Gli attaccanti leccesi Konan e Castillo regalano un insperato punto sul campo della Juventus e i giallorossi credono ancora alla salvezza.

Più che sufficienti Amauri, Gilardino, Zarate, J. Baptista, Totti e le coppie d'attacco bianconere Calaiò-Ghezzal, Pepe-Floro Flores.

Giornataccia, invece, per Acquafresca e Mascara (puniti con dei pesanti 4,5), insufficienti pure Del Piero, Floccari, Martinez e tutti i bolognesi. Vanno in bianco le coppie offensive di Torino (Stellone-Bianchi), Samp (Cassano-Pazzini) e Napoli (Denis-Zalayeta). Brutto rientro, dopo un periodo di sosta per infortunio, di Mirko Vucinic: l'attaccante montenegrino della Roma porta a casa un 5 e non fa male al Chievo.

Chiudiamo con una curiosità, o meglio con un caso abbastanza raro, verificatosi in questo turno. Il palermitano Succi entra nel finale e non prende il voto in pagella, pur segnando la rete del 5-1 contro il Cagliari: per lui vale quindi la valutazione 9 (6+3) "d'ufficio".


 

Commenta e vota l'articolo sul forum


Marco Gay

m.gay@fantagazzetta.com

© FANTAGAZZETTA RIPRODUZIONE RISERVATANe è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione e link alla fonte nonché dell'autore. 
TI POTREBBERO INTERESSARE