SHARE

Calciatori decisivi: chi ha portato più punti in Serie A nel 2016/17?

higuain, rudiger, albiol, borja valero, miranda, bonaventura e keita i migliori della stagione


|

Ultimo appuntamento stagionale con le “statistiche giocatori decisivi” relative a quelle che sulla carta sono le sette big di Serie A (Juventus, Milan, Inter, Roma, Lazio, Napoli e Fiorentina). L’obiettivo di queste dieci graduatorie è quello di andare a vedere quanto ognuno dei giocatori risulti decisivo rispetto ai risultati ottenuti della squadra. In queste particolari classifiche l’approccio di base parte dall’ipotesi che un giocatore incida positivamente per la sua squadra quando è in campo nel momento in cui il suo team segna un gol che migliora in maniera rilevante il risultato (ovvero quando quel gol permette di passare da una sconfitta a un pareggio oppure da un pareggio a una vittoria).

Per i dettagli relativi ai metodi di calcolo e alle motivazioni che stanno dietro alla necessità di presentare ben 10 classifiche per squadra vi rimando a un passato articolo postato su Fantagazzetta QUI. Ricordo brevemente che 5 sono relative al totale delle partite ufficiali disputate e 5 solo al campionato e che per classifiche “corrette” si intendono quelle al netto di eventuali spezzoni di partita giocati ma ininfluenti, ovvero con presenza in campo inferiore ai 45 minuti nei quali il segno del risultato sul campo (1, X o 2) non è cambiato. I calciatori fuori classifica, ovvero che non hanno totalizzato almeno la metà delle presenze valide nella graduatoria corrispondente, sono contrassegnati in neretto.

Partiamo con l’analisi delle squadre in ordine di classifica.

JUVENTUS

GLOBALE

+

Higuain domina tutte e cinque le classifiche avendo partecipato a quasi tutte le partite di una stagione che ha visto la Juventus collezionare molte vittorie, anche se senza di lui la squadra ha vinto 4 partite perdendone 1. Nelle classifiche non corrette sul podio troviamo Marchisio (assente in quattro sconfitte su sei) e Pjanic (con uno sprint da +3 preso nell'ultima giornata di campionato subentrando con la Juventus in svantaggio a Bologna e poi vincente). Nelle graduatorie corrette troviamo nei primi tre Dybala e Mandzukic che superano di pochi centesimi di punto i compagni. Da segnalare il ruolo di portafortuna di Kean, Audero e Neto ma anche i buoni punteggi di Rugani, fuori classifica ma imbattuto in stagione con 16 vittorie, 3 pareggi e 1 spezzone. 

Fra i giocatori più utilizzati il peggiore è Cuadrado, presente in tutti gli "anti-podi", in quattro sconfitte su sei nonostante diverse assenze e con un -2 in Juventus-Lione. Nelle graduatorie non corrette i peggiori sono stati Sturaro (tanti spezzoni ma anche tre punteggi negativi) e Lemina (che ha rovinato il suo score nel finale di campionato con un -2 in Atalanta-Juventus 2-2 e con la sconfitta contro la Roma). Il peggiore nelle corrette è invece Khedira (10 vittorie e 1 sconfitta senza di lui) e negli ultimi posti troviamo anche Bonucci (con lui fuori 14 vittorie e 1 pareggio). 

SOLO CAMPIONATO

+

Nelle graduatorie solo campionato Dybala impedisce il percorso netto a Higuain sopravanzandolo nelle medie corrette con una sconfitta in meno. Salgono nelle non corrette Buffon e Alex Sandro e nelle non corrette Lichtsteiner (16 vittorie e assente in due sconfitte). 

Rispetto alla graduatoria precedente peggiora nelle non corrette Barzagli (che paga un -2 contro l'Atalanta) e nelle corrette Bonucci che scende all'ultimo posto (11 vittorie su 11 senza di lui in Serie A).

ROMA

GLOBALE

+

Nainggolan e Fazio chiudono al comando la classifica a punti, ma è Rudiger a imporsi in tre graduatorie su cinque avendo evitato quattro punteggi negativi della Roma, fra i quali quelli nei preliminari di Champions League e negli ottavi di Europa League persi. Nella vinte/perse corrette in testa troviamo Paredes, anche lui con soli quattro punteggi negativi. Buoni piazzamenti per il portiere "solo campionato" Szczesny, nonostante un -3 nell'unica apparizione in coppa nei preliminari di Champions League contro il Porto, e per Salah presente in appena due delle sette sconfitte della Roma in campionato. E' curioso notare che tutti e quattro gli ultimi calciatori citati hanno lasciato Roma all'inizio della campagna acquisti estiva. Fuori classifica bene l'altro partente Mario Rui con 5 vittorie, 2 pareggi e 1 spezzone. 

In ultima posizione nelle non corrette troviamo Totti, che paga i tantissimi spezzoni disputati, mentre fra i peggiori dei titolari emergono Perotti (paga il -3 di Champions League), De Rossi (senza di lui 14 vittorie, 2 pareggi e una sola sconfitta in Coppa Italia), El Shaarawy (punteggio peggiore per lui che per la squadra nelle due partite d'andata contro Sampdoria e Atalanta) e Dzeko (quasi sempre presente, ma senza di lui la squadra ha portato a casa quattro vittorie e un pareggio).

SOLO CAMPIONATO

+

Togliendo le sconfitte di coppa ai suoi compagni perde terreno Rudiger. Nella classifica a punti vince il sempre presente Szczesny, mentre in tre delle altre quattro graduatorie si impone Salah (che scarta ben quattro punteggi negativi nelle coppe). Dietro di lui sempre Emerson, che vince la media corretta, sfruttando l'inizio fatto di alti e bassi della squadra con lui fuori. Nella vinte/perse corretta si difende bene Bruno Peres, assente in due partite negative stagionali della Roma in campionato.

Nelle ultime tre posizioni troviamo sempre De Rossi, Perotti ed El Shaarawy, con il "Faraone" che peggiora i suoi già non eccellenti punteggi non avendo collezionato alcun risultato negativo nei risultati scartati delle coppe. 

NAPOLI

GLOBALE

+

Hamsik vince la classifica a punti ma è Albiol a imporsi nelle altre: il Napoli non è riuscito a vincere nella metà delle partite giocate senza di lui perdendo ben 4 volte su 14. Abbastanza variegate le posizioni dietro di lui nelle varie classifiche, dove tra i migliori troviamo Hamsik (assente solo in due vittorie, ma con un punteggio positivo di "+2" nel turno di semifinale di Coppa Italia perso con la Juventus), Jorginho (ha saltato due sconfitte di campionato e i turni che hanno sancito l'eliminazione del Napoli da Coppa Italia e Champions League), Reina (assente in una vittoria e in un pareggio), Zielinski (assente in tre sconfitte stagionali) e Mertens (nonostante il "-3" nelle semifinali di Coppa Italia). 

Il peggiore in quattro classifiche su cinque risulta essere Allan, che ha nel suo score ben 6 punteggi negativi pur avendo saltato o giocato solamente spezzoni in una ventina di match. Male nelle non corrette Diawara (5 punteggi negativi nonostante sia stato spesso riserva) e Zielinski (che però come abbiamo visto si riprende una volta eliminati i suoi 14 spezzoni di gara), nelle corrette Koulibaly (con lui fuori 8 vittorie, 2 pareggi, 1 sconfitta) e Ghoulam (10 vittorie e 3 pareggi e 1 sconfitta senza di lui, sempre presente invece nelle altre partite perse dal Napoli in stagione). 

CAMPIONATO

+

Reina vince la classifica a punti avendo saltato solo una partita su 38, peraltro pareggiata dalla squadra. Albiol si conferma primo anche nelle non corrette solo campionato, mentre nelle corrette troviamo Zielinski primo nella media punti (solo due sconfitte per lui e anche un +1 nella partita di ritorno pareggiata contro il Palermo) e Mertens nelle vinte/perse (assente in due delle quattro partite perse dal Napoli in Serie A e con un +1 nella prima giornata pareggiata a Pescara). Nelle solo campionato sale nelle prime posizioni come media punti non corretta Koulibaly, che scarta ben tre punteggi negativi nelle coppe. 

Si conferma peggiore di tutti Allan (qui anche nella classifica a punti), così come male Ghoulam in generale e Zielinski nelle non corrette. Si affacciano in almeno un antipodio Hysaj (4 vittorie su quattro senza di lui) e Jorginho (cinque punteggi negativi di cui due peggiorativi rispetto al risultato della squadra in Napoli-Sampdoria 2-1 e Sassuolo-Napoli 2-2). 

LAZIO

GLOBALE

+

Immobile, assente in tutta la stagione solamente in una vittoria e in una sconfitta, vince la classifica a punti. Ma nelle altre graduatorie il dominatore è Keita (senza di lui 8 vittorie ma anche 7 sconfitte). In una lotta sui millesimi di punto emergono fra i primi Strakosha, Lulic (5 sconfitte su 11 partite con lui fuori), Hoedt e Wallace. Portafortuna stagionali Cataldi e Lukaku con una sconfitta a testa. 

Radu (9 vittorie, 1 pareggio e 2 sconfitte con lui fuori) e Basta (la metà delle sue presenze in campo si sono risolte in sconfitte) sono i peggiori in tutte le classifiche. Nelle non corrette in evidenza in negativo anche Patric (5 punteggi negativi nonostante le poche presenze), mentre nelle corrette male Biglia (8 vittorie, 2 pareggi e 3 sconfitte con lui fuori). Poche presenze ma punteggi negativi per Prce, Vargic, Luis Alberto e Bastos

SOLO CAMPIONATO

+

Solo quattro turni di Coppa Italia per la Lazio oltre agli impegni di campionato e quindi non ci sono grosse variazioni rispetto alla tabella precedente. Keita allunga ancora di più in testa avendo giocato nella coppa solo la finale persa con la Juventus. Lulic si piazza sempre al secondo posto con Strakosha sul podio delle non corrette e Wallace e Hoedt in quelle corrette. 

Sempre Patric, Radu, Biglia e Basta i protagonisti delle ultime posizioni. 

MILAN

GLOBALE

+

Il quasi sempre presente Donnarumma (assente solo in un pareggio) vince la classifica a punti. La buona prima parte di stagione del Milan spinge Bonaventura (fuori per quasi tutta la seconda parte) in testa alle quattro graduatorie. Bene anche De Sciglio (fuori in quattro sconfitte su undici stagionali), Abate (fuori in cinque sconfitte) e - nelle vinte/perse corrette - Lapadula (19 punteggi positivi o nulli e 4 negativi). Per lo stesso motivo di Bonaventura ottimi i punteggi di Niang, che però non ha raggiunto il numero di partite necessarie per entrare in classifica prima di essere venduto. 

Peggiori in assoluto Pasalic (sette punteggi negativi nonostante diverse assenze fra i quali un -2 nel derby d'andata e un -1 in Atalanta-Milan 1-1) e Kucka (10 punteggi negativi stagionali). Negli "anti-podi" troviamo Lapadula che paga i cinque spezzoni disputati, Locatelli che dopo un ottimo inizio ha chiuso con 2 vittorie e 5 sconfitte nelle ultime 11 partite, Bacca e Romagnoli. Fuori classifica punteggi negativi per Poli (3 sconfitte, 2 pareggi e solo 2 vittorie) e Honda (3 sconfitte, 1 pareggio e 2 vittorie). 

SOLO CAMPIONATO

+

Tre soli punteggi extra campionato da scartare per il Milan, il pareggio nella Supercoppa Italiana (decisa ai rigori), la vittoria negli ottavi di finale di Coppa Italia e la sconfitta nei quarti di finale di Coppa Italia. I cambiamenti sono minimi ma comunque non ininfluenti. Donnarumma e Bonaventura si confermano in testa alle classifiche guidate anche nella tabella globale, ma Niang contando solo le partite della Serie A riesce a raggiungere il numero minimo di presenze per entrare nelle non corrette. Bene Bacca nelle vinte/perse corretta che delle partite di coppa aveva saltato l'unica vinta prima dei rigori dei rossoneri. 

Si confermano fra i peggiori Kucka e Pasalic e scende negli ultimi posti Paletta, assente nei quarti di finale di Coppa Italia persi contro la Juventus. 

INTER

GLOBALE

+

Variegate le classifiche dell'Inter, con D'Ambrosio e Miranda in testa a parimerito nella classifica a punti. Miranda guida anche le due graduatorie non corrette (6 sconfitte su 10 partite non giocate da lui), mentre Joao Mario guida quelle corrette (10 sconfitte su 20 partite senza di lui in campo). Meglio di molti loro compagni di squadra anche Brozovic ed Eder. Fuori classifica sempre vincenti Gabigol (2 presenze) e Bakayoko (1 presenza). 

Peggio di tutti Medel, che chiude l'annata in negativo nelle due vinte/perse (14 i suoi punteggi negativi stagionali rispetto ai 18 di squadra nonostante diciassette assenze) così come Kondogbia (10 sconfitte). Fuori classifica punteggi negativi anche per Nagatomo (9 sconfitte su 18 partite giocate), Ranocchia (2 vittorie, 1 pareggio, 5 sconfitte e 1 spezzone), Biabiany (2 sconfitte, di cui un -2 nel derby, e una vittoria) e Gnoukouri (4 sconfitte su 7 presenze fra le quali ben due -3, in Inter-Cagliari 1-2 e Hapoel Be'er Sheva-Inter 3-2). 

SOLO CAMPIONATO 

+

Togliendo i risultati delle coppe D'Ambrosio chiude in testa in tutte le classifiche (senza di lui 1 vittoria, 1 pareggio e 4 sconfitte). Miranda e Brozovic si confermano nei primi posti dove troviamo anche Banega, che nelle globali paga 4 sconfitte su 5 partite di coppa. 

Medel e Kondogbia si confermano i peggiori di tutti. A far loro compagnia nel terzetto dei peggiori troviamo Eder, Icardi (4 vittorie su 4 senza di lui) e Murillo

FIORENTINA

GLOBALE

+

Tatarusanu vince la classifica a punti ma si piazza bene anche nelle altre (senza di lui una vittoria, 1 pareggio e 2 sconfitte). Le altre quattro prime posizioni se le dividono due partenti, Borja Valero (4 vittorie, 2 pareggi e ben 6 sconfitte senza di lui, primo a pari merito con il portiere anche nella classifica a punti) e Tello (assente in sette punteggi negativi di squadra nonostante le numerose presenze). Ben piazzati anche Kalinic (4 vittorie, 2 pareggi, 4 sconfitte senza di lui) e Babacar (10 vittorie contro 3 sconfitte in una stagione che spesso non lo ha visto fra i titolari). 

Fra i peggiori emerge a sorpresa ma in maniera netta Bernardeschi. Il giovane talento della Viola non solo ha presenziato a tutte le sconfitte stagionali tranne due, ma ha anche ottenuto in ben tre occasioni un punteggio negativo in partite che la squadra senza di lui sul terreno di gioco non ha perso (o non stava perdendo). Inoltre senza di lui in campo lo score della squadra è stato di 6 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte, migliore della media del resto delle partite con lui in campo. Fra i peggiori troviamo anche Olivera (9 sconfitte su 24 partite, spezzoni esclusi), Cristoforo (6 sconfitte su 17 partite, spezzoni esclusi), Tomovic e Chiesa (entrambi spesso presenti nelle sconfitte e assenti nei pareggi e nelle vittorie). 

CAMPIONATO

+

Si confermano i leader delle varie graduatorie, con Tatarusanu che scende leggermente in quella a punti scartando cinque successi nelle coppe. Oltre a Borja Valero e Tello, si conferma nei primi posti anche Babacar mentre si affacciano nelle posizioni di testa Astori (1 vittoria, 3 pareggi e 1 sconfitta senza di lui in campionato) e Chiesa (che nelle vinte/perse corrette scarta tre punteggi negativi ottenuti nelle coppe). 

Sempre male anche nelle solo campionato Bernardeschi, Cristoforo, Olivera e Tomovic, ai quali si aggiunge Ilicic (8 punteggi negativi per lui in Serie A nonostante dodici partite saltate o giocate per pochi minuti). Da segnalare i punteggi negativi, oltre che di Bernardeschi, anche degli altri tre citati. Cristoforo paga tre punteggi negativi nelle ultime tre di campionato che gli hanno peggiorato le medie, Olivera e Tomovic hanno più sconfitte che vittorie. 


Ti è piaciuto questo articolo? Dillo ai tuoi amici!