SHARE

Ancora un'annata favorevole all'Inter nel calcio giovanile

NELLA CLASSIFICA ALL-TIME RELATIVA AI RISULTATI DEI RAGAZZI I NERAZZURRI ALLUNGANO SULLE RIVALI


|

Come ormai tradizione, vi proponiamo al termine della stagione una classifica ponderata con l’obiettivo di stabilire quale è il vivaio più vincente d’Italia tenendo in considerazione i principali tornei giovanili nazionali. 

Prima di presentarvi la classifica è il caso di vedere quali squadre si sono imposte quest’anno, ricordandovi che la spiegazione delle scelte che hanno portato alla suddivisione nelle categorie Torneo di Viareggio, Campionato Primavera, Campionato Allievi/Ragazzi (oggi Under-17) e Campionato Giovanissimi e del valore ponderato assegnato a ognuna è consultabile QUI, e che a queste categorie si aggiunge da quest'anno il neonato torneo Under-16, al quale abbiamo deciso di assegnare un punteggio dato dalla media fra quello dato agli Under-17 (0,5) e quello dato ai Giovanissimi Under-15 (0,25). Di conseguenza una vittoria nel campionato Under-16 vale ai fini della nostra classifica 0,375 punti. 

Fino all'anno scorso era l'Inter la squadra che guidava la graduatoria All-Time delle giovanili più vincenti d'Italia e quest'anno i nerazzurri si sono confermati una vera e propria potenza del settore sfiorando il Triplete e portando a casa due dei cinque trofei considerati, fermandosi solo in finale in un terzo. A conferma della sempre crescente attenzione che la dirigenza pone sui ragazzi, anche dopo l'avvento della proprietà cinese, nel corso del mercato estivo l'Inter sta investendo non poco nell'acquisto di giovani con la speranza di trovarsi fra le mani fra qualche anno i campioni del futuro (basti pensare all'ingente spesa per l'acquisizione dei genoani Pellegri e Salcedo). Prima di vedere come si presenta la classifica corretta vediamo brevemente quanto è accaduto nei cinque tornei, partendo dal Torneo di Viareggio.

La Coppa Carnevale è andata a sorpresa a un club che mai nella sua storia si era imposto in uno qualsiasi dei tornei giovanili, ovvero il Sassuolo, protagonista di un'impresa epica quanto carambolesca, se si pensa che nei quattro turni a eliminazione diretta la squadra allenata da Mandelli si è imposta sempre ai calci di rigore. Arrivato secondo nel proprio girone dietro il Bologna, e dopo aver vinto una delle tre partite del gruppo contro il Pisa proprio su calcio di rigore a tempo scaduto con rete di Ravanelli, difensore col vizio del gol, il Sassuolo si è successivamente affidato alle marcature dell'attaccante Scamacca per pareggiare 1-1 sia contro la Fiorentina agli ottavi che contro l'Inter nei quarti (le due squadre che si sono poi trovate di fronte in finale nel Campionato Primavera), vincendo entrambe le partite dopo lunghissime serie dal dischetto terminate entrambe al decimo tiro per squadra. In semifinale sono bastati i canonici cinque calci di rigore agli emiliani per eliminare il Torino (0-0 al fischio finale), e così è stato anche in finale dopo il 2-2 sul campo contro l'Empoli (il Sassuolo era andato in vantaggio con il terzino destro della nazionale Under-19 Adjapong, poi aveva subito la rimonta dei toscani prima del pareggio di Scamacca al 79esimo minuto). E' stato proprio Scamacca a realizzare il rigore decisivo che ha consegnato il trofeo al Sassuolo. Per la cronaca i neroverdi sono stati eliminati nel Campionato Primavera nel primo dei turni di qualificazione alla fase finale dalla Roma con un secco 4-1.

Nel Campionato Primavera l'Inter allenata da Vecchi ha fatto sua la vittoria trascinata da bomber Pinamonti, sedici reti nella fase a gironi nella quale i nerazzurri si sono piazzati secondi dietro all'Atalanta. Nei turni a eliminazione diretta dopo aver battuto il Chievo per 2-1 nei quarti e la Roma per 1-0 in semifinale, l'Inter ha sconfitto in finale la Fiorentina per 2-1 portandosi in vantaggio per 2-0 con le reti del difensore belga Vanhesuden (già in rete nei quarti contro il Chievo) e di Pinamonti prima dell'inutile rigore di Sottil per la Fiorentina che ha accorciato le distanze.

Anche il Campionato Under-17 ha visto trionfare l'Inter, allenata da Zanchetta, che ha superato in finale l'Atalanta per 3-2 al termine di una partita tiratissima terminata ai tempi supplementari e chiusa da un gol di Visconti a due minuti dal fischio finale da parte dell'arbitro. In precedenza da segnalare la doppietta per l'Inter di Adorante.

Scendendo di categoria arriviamo al nuovo Campionato Under-16, il cui albo d'oro è stato inaugurato dal Milan di Mister Lupi che ha sconfitto in finale la Roma per 5-2. Anche in questo caso l'epilogo è stato memorabile: rossoneri in vantaggio per 3-0 e padroni della partita, poi incredibile rimonta della Roma che si porta sul 3-2 e sfiora il pari e infine allungo decisivo del Milan per il 5-2 finale.

Nella competizione nazionale dedicata ai ragazzi più giovani, il torneo Under-15, a vincere è stata invece la Juventus guidata da Bovo, che ha sconfitto in finale a sorpresa la favorita Inter per 2-0 impedendole di realizzare un Triplete relativo alla stagione di calcio giovanile 2016/17.

Nella classifica All-Time (di seguito la tabella) l'Inter allunga così sul Milan secondo, che a sua volta aumenta il margine sulla Juventus terza. Le tre big storiche del calcio italiano staccano tutte le altre, anche se Torino, Fiorentina e Roma non sono così lontane dalle posizioni del podio. Il Sassuolo è la trentunesima squadra ad avere diritto a far parte di questa graduatoria e grazie al successo nel Torneo di Viareggio fa il suo ingresso già al ventesimo posto, andando a fare compagna al Vicenza nel ristretto gruppo di squadre che hanno vinto solamente il Torneo di Viareggio senza mai imporsi in nessuno dei campionati giovanili tradizionali. 

+


Ti è piaciuto questo articolo? Dillo ai tuoi amici!