SHARE

Classifica marcatori ponderata Serie A 12/03: i quattro moschettieri

ancora reti decisive per quagliarella, piatek e zapata. cristiano ronaldo perde una posizione


|

Nuovo appuntamento con la classifica marcatori ponderata di Serie A che si propone di valutare il peso di un gol a seconda dell’importanza rispetto al risultato nel momento in cui è stato segnato. Chi non fosse a conoscenza del meccanismo di distribuzione dei punteggi per ogni gol segnato può trovare ogni spiegazione QUI.

Per ogni competizione riporto la top 30, nella quale sono segnati in grassetto i giocatori che hanno migliorato il loro coefficiente gol ponderati rispetto all’aggiornamento precedente (e il numero relativo alle categorie dei gol che hanno subito variazioni). A parità di gol ponderati i giocatori sono classificati per numero di gol segnati di “categoria 1”, poi di “categoria 2”, di “categoria 3” e così via. In caso di completo pareggio vengono considerati appaiati in classifica e inseriti in graduatoria in ordine alfabetico.

SERIE A

+

Sembra ormai ridotta a quattro la lotta per il primo posto della classifica marcatori ponderata di Serie A. Se Cristiano Ronaldo della Juventus ha riposato in vista della partita di oggi contro l'Atletico Madrid perdendo così una posizione, non si sono invece fermati gli altri tre pretendenti al trono tutti autori di una rete decisiva nel corso della 27a giornata.

Quagliarella si conferma leader con il rigore che ha momentaneamente portato la Sampdoria sull'1-1 nella sconfitta interna per 2-1 contro l'Atalanta. Piatek è salito al secondo posto segnando nel finale la rete che ha dato la vittoria agli ospiti in Chievo-Milan 1-2. Il "pistolero" si è così portato a 0,75 Gol Ponderati di distanza dal blucerchiato, visto che a fronte di un gol decisivo in meno ha al suo attivo una rete di "categoria 2" in più. Tenta di stare incollato al terzetto di testa anche Zapata dell'Atalanta, autore del parziale 1-0 dei bergamaschi a Genova, che pur avendo segnato anche una marcatura di "categoria 4" e una di "categoria 5" è già a dodici reti decisive su diciassette come Cristiano Ronaldo. 

Guadagna una posizione Immobile che ha aperto le marcature per gli ospiti in Fiorentina-Lazio 1-1. Entra nella top 10 Belotti con la doppietta che ha permesso al Torino di ribaltare il risultato e vincere a Frosinone 2-1. Avanzano con gol decisivi anche Insigne (1-1 finale del Napoli in casa del Sassuolo), El Shaarawy (1-0 dei giallorossi in Roma-Empoli 2-1) e Muriel (1-1 della Fiorentina contro la Lazio). 

Fuori classifica il destino di segnare reti non troppo importanti in questa stagione accoppia gli juventini Emre Can e Matuidi. Il tedesco è centoseiesimo nonostante le cinque reti segnate, perché non ne ha fatta nemmeno una che ha cambiato il segno del risultato realizzando due gol di "categoria 2" e tre di "categoria 3" (fra le quali il 3-0 su rigore in Juventus-Udinese 4-1), Matuidi è centosettesimo con tre reti totali di cui una decisiva, una di "categoria 2" e quella di venerdì sera di "categoria 4", ovvero il 4-0 in Juventus-Udinese. 


Ti è piaciuto questo articolo? Dillo ai tuoi amici!