SHARE

Le “rose da 25” delle big di Serie A: la situazione attuale

ROMA E FIORENTINA CON POCHI ITALIANI, NAPOLI, MILAN E LAZIO IN ATTESA DI PIAZZARE GLI ESUBERI


|

Come ormai consuetudine le squadre di Serie A devono fare i conti con il vincolo che prevede la cosiddetta limitazione della rosa a 25 giocatori decisa dalla FIGC. Scrivo “cosiddetta” perché in realtà non è proprio così… La normativa prevede infatti l’iscrizione illimitata nella rosa di tutti i giocatori “Under 21”, definiti come coloro i quali sono nati dall’1 gennaio 1996 in poi.

Come ormai è noto, la regola prevede due ulteriori vincoli ispirati al regolamento già in vigore da anni per le coppe europee. Il primo prevede che di questi venticinque almeno 8 siano “calciatori formati in Italia” (quindi appartenenti al vivaio nazionale) e la seconda che di questi otto almeno 4 siano “calciatori formati nel club” (ovvero appartenenti al vivaio della società). Cosa si intende con “calciatori formati in Italia” e “calciatori formati nel club”? Sono tutti quei calciatori che, indipendentemente dalla nazione di nascita, sono stati tesserati a titolo definitivo (anche se poi ceduti in prestito) per almeno tre stagioni complete in Italia (o nel club) fra la stagione in cui hanno compiuto 15 anni e la stagione in cui ne hanno compiuti 21.

Esempi: Giuseppe Rossi è un calciatore formato in Italia perché è stato tesserato per il Parma dal 2001/2002 (ha compiuto quindici anni il 1° febbraio 2002) al 2003/04 completando tre stagioni prima di trasferirsi all’estero. Dybala è un calciatore formato in Italia perché ha giocato tre stagioni nel Palermo, compresa l’ultima nella quale ha compiuto 21 anni. Paletta non è un calciatore formato in Italia pur essendo convocabile nella nazionale italiana avendo disputato il settore giovanile in Argentina, a differenza del belga Nainggolan che invece è cresciuto in Italia.

Per avere una visione chiara della situazione delle 7 big (Juventus, Roma, Lazio, Fiorentina, Napoli, Inter e Milan) ho preparato una tabella divisa in tre sezioni con i giocatori inseriti in ognuna di esse seguendo l’ordine alfabetico:

- La prima parte è dedicata agli “Under 21”: iscrivibili senza alcun limite

- La seconda è dedicata ai giocatori del “Vivaio”: la parte azzurrina è un escamotage grafico per indicare gli otto posti che devono essere occupati da questa categoria di giocatori ed è divisa in due parti a indicare il numero minimo di calciatori che devono provenire dal vivaio del club (segnalati in grassetto). Ovviamente essendo i calciatori inseriti in ordine alfabetico gli esuberi non sono necessariamente gli ultimi della lista. Da notare che “almeno 8” significa che non c’è divieto di iscriverne più di 8, ma se se ne vogliono iscrivere in numero maggiore gli eccedenti andranno a occupare uno o più posti dedicati alla categoria “Altri giocatori”. Inoltre è da ricordare che non c'è nemmeno l'obbligo di occupare tutti e 8 i posti dedicati ai giocatori del vivaio: si possono lasciare posti vuoti che non possono però essere sostituiti con giocatori non facenti parte di questa categoria.

- La terza parte è dedicata appunto agli “Altri giocatori”: dati gli 8 posti dedicati al vivaio, in questa sezione si possono iscrivere al massimo 17 giocatori. Anche qui viene utilizzato l’escamotage grafico di segnalare in azzurrino i posti disponibili e in grigio gli eventuali posti in esubero (sempre ricordando che la classificazione è in ordine alfabetico quindi potete decidere autonomamente quali per voi siano i giocatori sacrificabili). Per alcune squadre noterete l’inserimento della voce “Vivaio”, che non rappresenta altro che gli esuberi numerici della categoria “Vivaio” che vanno quindi a completare il numero dei giocatori eleggibili per la lista “Altri giocatori”.

+

Nella tabella non sono stati inseriti alcuni giocatori giovani che sono certamente sul piede di partenza. Analizziamo in breve la situazione delle sette squadre. 

La Juventus probabilmente chiuderà il mercato con soli tre giocatori appartenenti al vivaio del club, essendo Marrone e Untersee sul piede di partenza (quest'ultimo inserito solo perché c'è penuria di terzini destri in rosa). Al momento i bianconeri non hanno invece alcun problema sul totale visto che tutti i giocatori considerati possono essere inseriti nella Lista FIGC. Ovviamente questo vuol dire che per ogni nuovo ingresso dovrà esserci un'uscita nella categoria corrispondente. Del gruppo degli Under potrebbe rimanere il solo Bentancur, perché sia Mandragora che Kean sembrerebbero destinati a un prestito. Anche se quest'ultimo potrebbe puntare a una clamorosa conferma come vice-Higuain nel caso in cui saltasse definitivamente l'affare Schick (che, per la cronaca, entrerebbe in lista come Under 21). 

Il Napoli per il momento ha accolto alcuni giocatori in rosa (fra nuovi acquisti e ritorni da prestito) cedendone molti meno, e infatti la squadra di Sarri è in overbooking di ben quattro posti. Non sono pochi comunque i calciatori sul piede di partenza e quindi i partenopei non corrono il rischio di dover rinunciare a qualche giocatore fondamentale per rispettare il regolamento. Interessante la batteria di Under 21 del club, con due calciatori di ottimo livello quali Diawara e Ounas

La Roma paga la ormai cronica mancanza di un buon numero di giocatori cresciuti in Italia in rosa. De Rossi e Florenzi sono gli unici due sicuri di rimanere fra i calciatori cresciuti nel vivaio del club, El Shaarawy e Nainggolan sono invece i due cresciuti in un vivaio italiano. L'eventuale cessione del belga, che attualmente sembra a onor del vero vicino al rinnovo, non creerebbe solo un problema tecnico ma anche a livello numerico nella rosa che perderebbe un ulteriore "italiano". Non è un caso che la società punti su uno straniero cresciuto nei vivai italiani come Defrel e che sia nel mirino anche un italiano "d.o.c." come Berardi. Entrambi sarebbero inseribili in rosa senza cedere nessuno. Due gli esuberi nel gruppo "altri" da cedere prima della fine del mercato.

Spazi da riempire all'Inter dove, dopo le cessioni della prima frase del mercato, i tifosi attendono gli acquisti che per ora latitano. Contando che alcuni calciatori quali Jovetic, Ranocchia, Medel e Perisic sono a un passo dalla partenza, aspettiamo un mercato numericamente importante per l'Inter nelle prossime settimane per completare la rosa. Per i nerazzurri è particolarmente folta anche la sezione Under 21, anche se al 31 agosto potrebbero rimanere in squadra i soli Pinamonti e Gnoukouri (fermo per i noti problemi cardiaci). 

Parecchi posti liberi anche a Firenze. Posti che dovrebbero aumentare ulteriormente con le cessioni di Bernardeschi (che è "vivaio club") e Badelj. La Fiorentina quindi è chiamata a rimpinguare la rosa completata finora da quattro giocatori Under 21. Come la Roma anche la Fiorentina ha carenze sui "vivaio Italia", per il quale al momento possono essere iscritti solamente Astori, Saponara e Sportiello

Particolarmente ampia la rosa del Milan, che ha pensato finora più a comprare che a vendere. Non dovrebbe essere troppo difficile piazzare altri due giocatori fra quelli in tabella (o tre dovesse arrivare un nuovo attaccante). Ben sei i giocatori del "vivaio club", anche se tre potrebbero partire prima di fine mercato: De Sciglio, Niang e Simic. Importante la batteria degli Under 21 con i titolari Donnarumma e Kessié più Calabria, Locatelli e José Mauri

Chiudiamo con la Lazio che, grazie al lavoro di Simone Inzaghi, si ritrova con numerosi giocatori provenienti dal "vivaio club" che si sono affacciati nella scorsa stagione nella rosa titolare. Ben quattro gli esuberi, quindi prima di comprare Tare dovrà fare un po' di pulizia nel gruppo. 


Ti è piaciuta questa vignetta? Dillo ai tuoi amici!