SHARE

Blucerchiati contro bianconeri: la sfida della domenica pomeriggio

interessante l'appuntamento pomeridiano della ventinovesima di a


|

Numerosi gli incontri previsti per questa domenica di calcio, valida per la ventinovesima giornata di Serie A: si parte dal match dell'ora di pranzo tra Empoli e Napoli, per passare poi agli interessanti Cagliari-Lazio e Bologna-Chievo, ed ai forse meno interessanti (perché sulla carta più scontati), Atalanta-Pescara e Crotone-Fiorentina, per chiudere poi con il posticipo serale tra Roma e Sassuolo, anche se, il match più seguito della giornata sarà sicuramente la sfida del Marassi tra Sampdoria e Juventus.

Partita che in passato ha significato molto in termini di classifica (anche se, nei tempi d'oro doriani, la Juventus non navigava poi in così buone acque), ma che ora rappresenta esclusivamente la sfida tra la prima e la nona dell'attuale Serie A, anche se ha mantenuto parte del suo fascino, e avrà sicuramente un ritmo mediatico all'altezza. La partita dell'andata, in quel di Torino, ha visto, come di consueto allo Stadium bianconero, la vittoria della Juventus, con un rotondo 4-1, propiziato dal vantaggio di Mario Mandžukić, con un bel colpo di testa su assist dalla destra, dopo neanche 5 minuti di gioco, e dalle reti di King Kong Chiellini (doppietta per il difensore bianconero, anche lui in rete, in entrambe le occasioni, con un colpo di testa) e di Pjanic; unico spavento il momentaneo 2-1 di Patrik Schick, al 60', che però non ha mai messo in discussione il dominio bianconero.

Dominio dimostrato anche nel match del maggio 2016, quando, sempre allo Stadium, Evra, Dybala (doppietta), lo stesso Chiellini e Bonucci confezionarono il rotondo 5-0 che vide soccombere la squadra allenata a suo tempo dall'attuale tecnico del Milan, Vincenzo Montella. Ma le partite contro la squadra ligure non sono state sempre gioie per i bianconeri: la sfida del dicembre 2014 vide i doriani uscire dallo Stadium con un punto, grazie al pareggio per 1-1 nel match valido per a quindicesima di A, con reti realizzate da Patrice  Evra ad inizio gara e da Manolo Gabbiadini ad inizio secondo tempo, mentre nel maggio 2013, l'ultima giornata della Serie A 2012/2013 vide la Sampdoria uscire vincente, sotto le mura amiche del Luigi Ferraris, contro la Juventus con un bel 3-2: la partita, inaugurata dalla rete dell'ex Quagliarella, vide poi il ritorno doriano grazie alle reti di Eder, De Silvestri ed Icardi, con la rete di Emanuele Giaccherini al 90', che servì esclusivamente a rendere meno pesante il passivo per i bianconeri.

Nel complesso, le sfide tra bianconeri e blucerchiati hanno visto gioire la Vecchia Signora in quasi la metà delle occasioni (48,8% del totale), mentre i successi dei liguri sono in media uno ogni cinque match; i restanti sono, ovviamente, pareggi: bellissimi i 3-3 del settembre 2010 (con reti di Marchisio, Pepe e Quagliarella per i bianconeri e di Nicola Pozzi - doppietta- e Antonio Cassano per i doriani), e del maggio 2008 (in rete Cassano, Maggio e Montella per i doriani e, per i bianconeri, la coppia d'attacco "storica" degli anni 2000: Del Piero -doppietta- e Trezeguet). Numerose, pertanto,  le reti nei vari incontri tra le due squadre, con una media di circa 2,5 reti a partita; i match con il maggiore scarto, invece sono, da parte bianconera, il 5-0 sopra citato, e, da parte doriana, il 5-1 del lontano 1954/1955.


Ti è piaciuta questa vignetta? Dillo ai tuoi amici!