SHARE

Ranking Uefa aggiornato al 21/10: l'Italia ha il primo "match point"

la vittoria della juve a lione avvicina l'italia al traguardo delle "4 squadre champions"


|

Nuovo aggiornamento relativo al Ranking Uefa dopo la terza giornata della fase a gironi di Champions League ed Europa League.

RANKING UEFA AGGIORNATO AL 21 OTTOBRE 2016

Ricordo che dalla Champions League 2018/19 le squadre delle prime quattro nazioni del ranking avranno diritto a quattro squadre qualificate direttamente alla fase a gironi. Per determinare queste quattro nazioni per l'edizione 2018/19 sarà valido proprio il ranking quinquennale che si concluderà al termine della stagione 2016/17 e che noi aggiorneremo di turno in turno.  Rispetto allo scorso aggiornamento ci sono novità sul numero di partecipanti alla Champions League assegnato a ogni nazione rispetto al loro posizionamento nel ranking Uefa. Da quanto si deduce da un video esplicativo postato su Uefa.com, la suddivisione dovrebbe essere la seguente:

- Vincitrici di Champions League 2017/18 ed Europa League 2017/18 direttamente alla fase a gironi

- 4 squadre direttamente alla fase a gironi per le prime quattro nazioni del ranking

- 2 squadre direttamente alla fase a gironi e 1 squadra ai preliminari dei piazzati per la 5° e la 6° nazione del ranking

- 1 squadra direttamente alla fase a gironi e 2 squadra ai preliminari dei piazzati per le nazioni dal 7° al 10° posto del ranking

- 1 squadra ai preliminari dei campioni e 1 squadra ai preliminari dei piazzati per le nazioni dall'11° al 18° posto del ranking

- 1 squadra ai preliminari dei campioni per tutte le altre nazioni

- Liechtenstein per il loro status speciale ha diritto a un numero di squadre fisso indipendentemente dalla posizione in graduatoria (una in Europa League).

- I preliminari dei campioni qualificheranno alla fase a gironi 4 squadre, i preliminari dei piazzati 2 squadre. Queste sei squadre si aggiungeranno alle 26 qualificate direttamente secondo la suddivisione scritta sopra. 

- Non è ancora stato codificato il regolamento per decidere chi avrà diritto di subentrare alle vincitrici di Champions League ed Europa League nella fase a gironi nel caso (abbastanza probabile) in cui queste squadre ottengano la qualificazione alla successiva Champions League anche tramite il posizionamento nei loro campionati nazionali. La scelta sarà verosimilmente fatta fra una di queste tre ipotesi: le terze della quinta e della sesta nazione; le seconde della settima e dell'ottava nazione; le vincitrici dei campionati dell'undicesima e dodicesima nazione. 

Nella colonna "diff." sono inseriti per ogni nazione i punti-coefficiente conquistati questa settimana e nella colonna "squadre" i club ancora in corsa. 

+

Solo grazie agli arrotondamenti la Spagna (4 vittorie, 2 pareggi, 1 sconfitta) vince anche questa settimana in volata sulla Germania (4 vittorie, 2 pareggi). Buon terzo posto per l'Italia (3 vittorie, 2 pareggi, 1 sconfitta) che allunga ancora su Francia (3 vittorie, 1 pareggio, 1 sconfitta), Portogallo (2 vittorie, 1 pareggio, 1 sconfitta) e Russia (1 vittoria, 1 pareggio, 2 sconfitte) facendo meglio anche dell'Inghilterra (3 vittorie, 1 pareggio, 2 sconfitte). 

Si difendono discretamente Belgio (1 vittoria, 2 pareggi, 2 sconfitte) e Turchia (1 vittoria, 2 pareggi, 1 sconfitta) che sono in lotta per la nona posizione che porta tre squadre in Champions contro le due della decima, mentre nelle retrovie la Grecia (1 vittoria, 1 pareggio, 1 sconfitta) ha superato la Croazia (1 sconfitta) e l'Azerbaigian (1 vittoria, 1 sconfitta) ha scavalcato Cipro (1 sconfitta). 

Nel ranking annuale la Spagna è prima con 6,857, la Danimarca grazie al Copenaghen difende ancora il secondo posto con 6,250 e terza è l'Inghilterra con 6,214. Continua la rimonta dell'Italia che sale al sesto posto con 5,750, preceduta da Germania (6,142) e Francia (5,916). 

QUALIFICATE PROVVISORIE PER NAZIONE

Vediamo ora quante squadre per ogni nazione si qualificherebbero al turno successivo (CL: ottavi di Champions League; EL: sedicesimi di Europa League; TOT: totale). In caso di parità di punti valgono nell’ordine: punti nella classifica avulsa, differenza reti nella classifica avulsa, gol segnati nell’avulsa, gol segnati in trasferta nell’avulsa, differenza reti generale, gol segnati in generale, punteggio disciplinare (ammonizioni/espulsioni), coefficiente Uefa di inizio stagione. In caso di pareggio fra tre o più squadre se, dopo il quarto punto (gol segnati in trasferta nell’avulsa), permane una situazione di parità solo fra alcune delle squadre considerate, si riapplicano i discriminanti da capo a partire dai punti fatti nella nuova classifica avulsa calcolata fra le squadre rimanenti.

+

L'Inghilterra raggiunge la Spagna a quota 6 come numero di squadre momentaneamente qualificate grazie alla vittoria del Manchester United. L'Italia rimane invariata con 5 squadre qualificate e l'Inter sempre fuori nonostante il successo sul Southampton. La Francia conquista un club in più in Europa League (Saint-Etienne). Curioso il caso del Portogallo che avrebbe tre squadre in Europa League e sarebbero tutte e tre retrocesse dalla Champions League. Champions League dominata dalle prime cinque nazioni del ranking che portano finora agli ottavi 14 team su 16 (le uniche eccezioni sono i danesi del Copenaghen e i turchi del Besiktas). Rispetto allo scorso turno entrano in tabella Azerbaigian, Repubblica Ceca e Svizzera mentre terminerebbero la loro corsa alla fase a gironi Scozia e Israele

LA DIFESA DEL QUARTO POSTO NEL RANKING DA PARTE DELL'ITALIA

Il cambio di regolamento ha avvantaggiato enormemente l'Italia, che passa dal dover faticosamente inseguire l'Inghilterra per agguantare il terzo posto (che fino all'anno scorso garantiva tre squadre alla fase a gruppi di Champions League e una ai playoff) a dover difendere senza particolari patemi il quarto posto dagli eventuali attacchi di Francia, Russia e Portogallo, che si trovano per il momento a distanze abissali da noi (alla fine della scorsa stagione al quinto posto ha chiuso il Portogallo con poco meno di 17,5 punti di distanza dall'Italia). Delle tre inseguitrici, oggi la più vicina è la Francia quindi andiamo a vedere come risulta la nostra situazione rispetto ai transalpini.

Analizzeremo ad ogni aggiornamento due ipotesi: quanti turni come minimo dovrebbero superare le italiane nel caso in cui le francesi portassero a casa tutti i punti disponibili; quanto avanti dovrebbero andare le rappresentanti della Francia nel caso in cui le italiane perdessero tutte le partite. Infine, vedremo un ultimo caso: quando, nella migliore delle ipotesi per noi (ovvero che le nostre vincano sempre e le francesi perdano sempre), raggiungerci potrebbe diventare matematicamente impossibile per la Francia.

Nelle tabelle sono inseriti i punti massimi che ogni squadra può ottenere sul campo e con i bonus per il passaggio del turno. Quando diventa impossibile per tutte le squadre di una stessa nazione andare avanti (esempio: in finale possono arrivare solo due squadre per nazione) i punti vengono assegnati per comodità alla squadra che è arrivata davanti nel campionato della scorsa stagione.

ITALIANE: TURNI MASSIMI DA SUPERARE

+

In questa simulazione vediamo che nel caso più sfavorevole per noi, ovvero quello che presenta le cinque squadre francesi sempre vincenti, all’Italia servirebbero altri 28 punti-partita (risultato ottenibile anche solo grazie a buoni risultati nella fase a gironi) suddivisi fra le nostre sei squadre per mantenere dietro la Francia e chiudere con un ranking di 69,499 contro il 69,332 massimo ottenibile per i francesi.

FRANCESI: TURNI MINIMI DA SUPERARE

+

E se le formazioni italiane dovessero perdere tutte le partite possibili? In quel caso alle francesi sarebbe necessario vincere tutte le partite fino agli ottavi di finale e fare 22 punti-partita disponibili su 25 nei quarti per arrivare a quota 64,832 contro i 64,832 attuali dell'Italia superandoci in virtù del miglior punteggio ottenuto nel 2016/17.

LA DEADLINE DELLA CERTEZZA

+

E invece nella migliore delle ipotesi (con le francesi sempre sconfitte) quando potremo avere la certezza del quarto posto? Se le francesi dovessero perdere tutte le partite e allo stesso tempo le italiane vincerle tutte, avremo il primo match point nel corso delle partite delle 21.05 di giovedì 3 novembre. Infatti, nella migliore delle ipotesi sia il Napoli (vincendo in Turchia e sperando in un pareggio fra Benfica e Dinamo Kiev) che la Juventus (battendo il Lione, eliminando così oltretutto i francesi dalla Champions League in caso di vittoria del Siviglia sulla Dinamo Zagabria) potrebbero già essere qualificate agli ottavi di Champions League conquistando il bonus per il passaggio del turno. A quel punto, sempre contando sulle sconfitte delle francesi e sulle vittorie italiane fino alle partite di Europa League delle 19 comprese, a Inter e Fiorentina basterebbero due pareggi alle 21.05 per portare l'Italia al punteggio di 67,998 irraggiungibile per i francesi, che si fermerebbero a 67,832 anche vincendo tutte le partite restanti fino alla fine delle competizioni.

Appuntamento a fra due settimane per gli aggiornamenti di tabelle e scenari dopo le partite della quarta giornata della fase a gironi delle coppe europee.


Ti è piaciuto questo articolo? Dillo ai tuoi amici!