SHARE

FANTARACCONTI - Promosso in Serie A, pur essendo ultimo in classifica: la nostra storia

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO I VOSTRI FANTARACCONTI: QUESTA È LA VOLTA DI...


|

Buongiorno amici di Fantagazzetta, voglio raccontarvi la mia storia. Nel lontano 2008 io e 5 miei amici, come oramai tutti, decidiamo di creare il nostro fantacalcio.

Il nome di questa lega è Polipi Fritti (il perchè di questo nome necessiterebbe un altro articolo), io presidente di questa lega. Con il passare degli anni cresce sempre più il numero di partecipanti, passando da 6, a 8, poi a 10, fino all’attuale situazione a 22 squadre e non si esclude in futuro un’ulteriore crescita.

Di conseguenza, vista la sempre maggior richiesta di partecipazione, si decide di creare una “serie A” ed una “serie B” con relative promozioni e retrocessioni, dove in serie B vi partecipano i nuovi iscritti ed i retrocessi dalla A.

Entrambe le serie utilizzano comunque giocatori di serie A, quindi creare una sorta di fantacalcio paralleli, dove a fine stagione le ultime 3 classificate di A retrocedono in B, mentre le prime 3 di B promosse in A.

Successivamente si decise anche di creare una coppa della lega, denominata (in maniera molto fantasiosa) Coppa Italia, dove si crea un mini torneo tra tutte le squadre della lega. Qui nasce la creazione di questo articolo!!!

Delego l’organizzazione e gestione di questa competizione ad un mio collaboratore. Nel regolamento di questa coppa, si decide che il vincitore, oltre a vincere il classico premio in denaro, può eventualmente essere immune a: 

? Retrocessione in B se è in serie A ed a fine stagione si trova tra gli ultimi 3; 

? Promozione in A se è in serie B ed a fine stagione non si trova tra i primi 3.

Per anni questa regola è stata molto interessante portando a cambi di scena fino all’ultima giornata, con l’obiettivo di mantenere vivo il campionato fino all’ultimo minuto dell’ultima giornata. Quest’anno invece questa regola è stata davvero paradossale!!!

La mia squadra è l’Atletico Van Goof ed oramai la classifica parla chiaro: ultimo in serie B (fortuna che non ho ancora creato la serie C).

Le ultime speranze sono ripiegate oramai sulla coppa, ma ho scarsissime speranze: le squadre di serie B in coppa si affrontano in mini tornei e le prime 2 classificate di questi mini gironi si scontrano nella fase finale in gare ad eliminazione con gare di andata e ritorno con le squadre di A.

Primo nel mini girone, inizio l’eliminazione diretta: ovviamente perdo in campionato ma vinco in coppa, ai quarti passo ai rigori, semifinali sofferte, fino ad arrivare alla finale, anch’essa con gare di andata e ritorno.

L’avversario è di serie A e proviene da un ruolino di marcia incredibile, 10 partite: 9 vittorie ed 1 pareggio, insomma una schiacciasassi ed io che oramai son 4 partite che gioco a centrocampo continuamente in 10 (se tutto va bene) a causa del maledetto centrocampo.

Gara d’andata perdo 1 a 0, ovviamente in 10 con punteggi 67,5 a 62. Bene, il punteggio fa comunque sperare, pregando possa giocare in 11 almeno nella gara di ritorno.

Eccoci alla gara di ritorno, 35^ giornata di campionato di serie A. Non mi resta che schierare un centrocampo a 3: Linetty, Joao Mario e Kessiè (ce l’ha anche lui); panchina: Biglia, Milinkovic-Savic, Biabiany.

Domenica sera mi ritrovo ad aver fatto 3 gol (Farias, Mertens e Castagne), ma gioco in 9 (Linetty e Joao Mario non giocano): ASSURDO PERDERE COSì!!!

Lunedì mattina l’illuminazione: a lui mancano solo 2 voti (Kessiè e Danilo), mentre io scopro che ci sono buone possibilità che Biglia giochi, viste le recenti notizie su Bakayoko. Con un mio amico cominciamo a far calcoli, insomma c’era solo una sola possibilità per vincere: il mio avversario non deve far 66 ed io vincere almeno 1 a 0 e sperare nei rigori. Per fare ciò, solo Danilo mi poteva salvare. Il giorno dopo calcolo i voti e…… VITTORIAAA!!!!

Al ritorno vinco 1 a 0 (70,5 a 65,5) e vinco ai rigori per un punteggio totale di 5 a 3! PAZZESCO!!!!! Vado in serie A pur ritrovandomi all’ultimo in classifica in campionato!!!

Ero ai quarti e vista la situazione al quanto delicata dissi ai miei colleghi di lega: ”Ragazzi non succede… ma se succede vi prometto che invierò un articolo su questa storia a Fantagazzetta!”

Eccomi qui a raccontarvelo.

A presto 

Luigi - La mia Lega Fantagazzetta

Hai anche tu un #Fantaracconto che vorresti veder pubblicato su Fantagazzetta.com?

La tua asta è alle porte, o hai un aneddoto stagionale da volerci raccontare? Mandaci la tua storia, le foto, i video, e tutto ciò che reputi utile per poterti vedere protagonista di Fantagazzetta: i #Fantaracconti migliori verranno pubblicati sul sito e sulle nostre pagine social!

Invia il tutto via mail a fantaracconti [@] fantagazzetta.com, e non dimenticarti di linkare all'interno della mail la tua Lega Fantagazzetta altrimenti il racconto non potrà partecipare al contest.

Solo i migliori, quelli scritti meglio, più correttamente, e dettagliatamente, verranno selezionati e pubblicati!

QUI LE ALTRE PUNTATE DI #FANTARACCONTI

Condividi con i tuoi amici!