SHARE

Consigli Fantacalcio, i 5 migliori e i 5 peggiori attaccanti da schierare nella 31.a giornata

Certezze in avanti, non è questo il momento delle scommesse azzardate


|

I MIGLIORI 5

SIMEONE - E' vero che ormai la Fiorentina ha pochissimo da chiedere a questo campionato, ma questo potrebbe appunto essere un fattore determinante dal punto di vista fantacalcistico: giocare con più spensieratezza potrebbe dare libero spazio soprattutto ai bonus in zona offensiva, a maggior ragione contro una squadra dalla difesa tutt'altro che irresistibile, almeno sino a questo punto della stagione.

ICARDI - E' rientrato ed ha subito timbrato il cartellino, la fase della stagione è calda, l'argentino deve dimostrare ancora una volta di che pasta è fatto per meritarsi un futuro di livello nei prossimi mesi, a prescindere dalla destione prossima della sua carriera: sia che resti in nerazzurro, sia che vada altrove, deve fare da qui alla fine quello che sa fare meglio al mondo. I gol.

IMMOBILE - Lontano parante dal Ciro visto in scena nelle scorse stagioni, il centravanti biancoceleste ha ancora il tempo per rendersi indispensabile anche in termini di gol, e dunque bonus pesanti per il fantacalcio, da qui in avanti. L'occasione è subito ghiotta, non deve lasciarsela scappare.

MERTENS - Sembra essersi sbloccato, il gioco del Napoli non è entusiasmante com'è stato in passato, c'è la sfida con l'Arsenal alle porte, e dunque serve un'iniezione di fiducia. Passa dalle sue giocate, passa dai suoi gol.

PALACIO - Dopo la batosta nell'infrasettimanale, il Bologna si aggrappa all'esperienza dell'ex Genoa ed Inter per ripartire di slancio a caccia di pesanti punti salvezza. La speranza dei fantallenatori è quella di vedersi regalare importanti bonus anche in questo contesto.

I PEGGIORI 5

SPROCATI - L'assenza di Inglese e Gervinho è difficile da colmare per chiunque a questi livelli, figuriamoci per chi ha visto il campo davvero molto poco, nonostante un gol messo a segno nei 205 minuti giocati. Esistono sicuramente alternative migliori.

PINAMONTI - Ha dimostrato di saper fare gol, a segno anche nell'ultimo turno nel quale ha regalato anche un assist ad un compagno, in teoria non avrà di fronte neanche una difesa impenetrabile. La sensazione, però, è che non riesca ancora ad avere la continuità necessaria per inanellare prove positive consecutivamente.

FARIAS - E' un momento di forma superiore alla sua media, ormai impiegato con continuità, ma, nonostante il gol al Napoli, schierarlo come attaccante titolare in questo momento della stagione, se non in stretta emergenza, sembra più un azzardo che una scommessa vincente.

BARROW - Sostituire Zapata non è facile già di suo, figuriamoci in una sfida diretta per alimentare il sogno Champions, aggiungiamoci anche un palcoscenico delicato come San Siro. Se si tiene conto che in questa stagione non ha mai raggiunto neanche un bonus, allora viene facile pensare che anche stavolta sarà difficile sbloccarsi.

MEGGIORINI - Il Chievo sembra ormai mentalmente scollegato da questa maledettissima stagione che sta condannando i clivensi ad una retrocessione per la quale manca ormai solo l'aritmetica certezza. Lì in avanti si stanno alternando un po' tutti, ma il risultato non cambia praticamente mai.

Condividi con i tuoi amici!