SHARE

Demba Ba la soluzione ai problemi del Chelsea?

Il neo acquisto è andato subito a segno con una doppietta in FA Cup


|

Ci ha messo appena 35 minuti a strappare il primo sorriso del 2013 ai tifosi del Chelsea, ancora infuriati per il k.o. contro il QPR e che soltanto poche ore prima avevano appreso da siti, TV e dai giornali del suo arrivo a Londra. Parliamo di Demba Ba, il ventisettenne attaccante senegalese acquistato da Abramovich nel mercato di gennaio e subito in gol, all'esordio con i Blues. 

 

LA 'DEBUT DOUBLE' - Demba Ba, già noto Oltremanica (e non solo) per la sua prolificità, vedi la terribile media gol con la maglia del Newcastle, ha ufficializzato il suo ritorno sulle rive del Tamigi (nel 2011 ebbe una positiva parentesi nel West Ham) solo venerdi, ed è sceso regolarmente in campo sabato al St. Mary's di Southampton per l'incontro del Chelsea nei trentaduesimi di FA Cup. L'attaccante africano, che ha scelto di vestire la casacca numero 29, ha segnato prima il pareggio dei londinesi, sotto 1-0, poi la rete del 4-1, preludio al quinto sigillo di Frank Lampard. Si è mosso bene, ha corso tanto, confermando con due guizzi da rapinatore la sua fama sotto porta. Con i 'Magpies' infatti arrivarono 29 gol in un anno e mezzo e 54 partite disputate.

 

DEMBA VS FERNANDO - L'impatto del senegalese nel nuovo club, anche se solo in una partita di Coppa, non ha fatto altro che acuire il disappunto dei supporters londinesi nei confronti dello spagnolo Fernando Torres, accusato di non aver mai a pieno ripagato lo sforzo economico per portarlo a Stamford Bridge. E ci mancherebbe! Lo spagnolo, acquistato nel gennaio 2011 per la cifra di 50 milioni di £ (58 di Euro), record per un giocatore in Premier, riusci infatti a sbloccarsi solo dopo 13 partite ed è tutt'ora lontano dal soddisfare la tifoseria Blues, ormai rassegnata ai suoi numeri deludenti: irriconoscibile da quando è arrivato a Londra registra 99 gettoni e 26 reti (pochissime decisive). Tutto l'opposto di Demba Ba invece, strappato al Newcastle per soli 7 milioni di £ (meno di 10 di Euro) grazie al pagamento della clausola rescissoria (inspiegabilmente cosi bassa) e subito protagonista. A vederla così un vero affare preso coi saldi di inizio anno.

 

QUESTIONE DI 'BA' - Che il Chelsea avesse un feeling particolare con gli africani si sapeva già: Essien, Obi Mikel, Moses ma soprattutto Didier Drogba, il bomber che con il senegalese ha in comune la desinenza finale 'Ba'. Proprio Demba Ba potrebbe raccogliere la pesante eredità dell'ivoriano, trascinatore nel successo europeo prima dell'addio. L'ex Newcastle, acquistato per sopperire alla cessione di Sturridge, che era in scadenza ed il Chelsea ha preferito vendere ricevendo 15 milioni dal Liverpool, potrebbe infatti rivelarsi il primo colpo low-cost del Chelsea, soprattutto se la situazione riguardante il rendimento di Torres non dovesse portare a miglioramenti nemmeno con la cura Benitez (lo spagnolo ha comunque già segnato 10 gol tra campionato e Champions). Al momento il numero 29 è da considerarsi il vero terminale offensivo dei Blues, anche perchè Moses partirà con tutta probabilità per la Coppa d'Africa. Il senegalese, in odore di posto fisso già mercoledi contro lo Swansea, ha in testa già la sfida del prossimo 2 febbraio, quando tornerà da avversario al St James' Park di Newcastle. In ogni caso non è da escludere l'ennesimo intervento di mercato in attacco: difficile arrivare subito a Falcao o Cavani, Negredo e Higuain le piste più percorribili.

 

 

 

Massimiliano Macaluso

Condividi con i tuoi amici!