SHARE

L'Under 21 va k.o. ma Mangia è soddisfatto

Gli azzurrini hanno perso 3-1 contro i parietà spagnoli nell'amichevole di Siena


|

E' arrivata la seconda sconfitta per l'Under 21 azzurra della gestione Mangia: dopo il k.o. inatteso contro l'Irlanda ecco la sconfitta contro la Spagna, nell'incontro amichevole giocato a Siena. Per certi versi bugiardo il 3-1 finale a favore dei baby iberici, che più volte nella ripresa hanno rischiato di farsi rimontare i due gol segnati nel primo tempo. Proprio così, visto che i ragazzini di Lopetegui, campioni in carica sia come Under 19 sia come Under 21, erano già volati sul 2-0 senza particolari affanni grazie a due accelerazioni micidiali: al minuto 19 con il guizzo del capocannoniere Rodrigo, lanciato dal filtrante perfetto di Koke; al minuto 35 con il baby fenomeno Deulofeu (diciott'anni del Barça), bravo a depositare a porta sguarnita il passaggio di Sarabia dopo una grande azione in velocità. L'Italia va in tilt, complice anche i due infortuni (entrambi al polpaccio) patiti da Sala prima e Saponara poi che hanno costretto Mangia a ridisegnare l'undici già privo di Viviani, Borini e Insigne (infortunati) più Verratti, Florenzi ed El Shaarawy (convocati con la Nazionale Maggiore). Risultato? Confusione in attacco, poca lucidità a centrocampo e tanta difficoltà in difesa, soprattutto nei meccanismi per evitare la trappola del fuorigioco.

 

Nella ripresa sembra però cambiare il copione del match: il ct spagnolo cambia a poco a poco 8/11 di squadra, lasciando immutato il potenziale dei suoi, che calano però sotto il punto di vista delle motivazioni. Mangia invece stravolge subito il duo di attacco, ampiamente insufficiente nei primi 45', inserendo i più robusti Longo e Gabbiadini e spostando De Sciglio sulla linea dei centrocampisti. Dodici minuti ed è proprio l'attaccante dell'Inter in prestito all'Espanyol a ridurre lo svantaggio, sfruttando un pazzesco passaggio di Sansone, ispiratissimo nella ripresa. L'Italia gioca meglio e rischia pochissimo dietro (eccetto l'occasionissima capitata sui piedi di Bartra), cominciando ad inanellare tre-quattro occasioni limpide per pareggiare, ma gli iberici si salvano sempre con affanno. Sui piedi del terzino del MIlan l'occasionissima per il 2-2, ma il neo entrato Illaramendi è bravo a respingere sulla linea il destro a botta sicura. I minuti passano e da segnalare ci sono soltanto gli esordi assoluti di Baselli e Sampirisi da una parte, e di Suso (attaccante in forza al Liverpool) dall'altra. Allo scadere ecco poi la rete che fa calare il sipario sul match: lampo del neo entrato Muniain e solita verticalizzazione centrale sul filo del fuorigioco a bucare la difesa ed a premiare l'inserimento vincente di Alvaro, bravo a trafiggere per la terza volta Bardi in uscita. 

 

Al 'Franchi' è dunque 3-1 per gli ospiti, che hanno confermato di essere senza dubbi la formazione più attrezzata per vincere nuovamente l'Europeo di categoria, in programma il prossimo anno in Israele. I ragazzi di Mangia hanno però dimostrato di potersela giocare, soprattutto visto il forcing prodoto nel secondo tempo. Per gli azzurrini a fine gara ecco puntuali i complimenti del mister, che non ha fatto mistero davanti alle telecamere di aver apprezzato eccome la reazione ai due gol subiti nella prima frazione. Una sconfitta, arrivata anche a causa di tre grosse disattenzioni difensive e la poca cattiveria in avanti, che fa male di certo ma che servirà per ripartire al meglio, con la consapevolezza di poter figurare tra i protagonisti della prossima rassegna continentale. Sperando di avere tutti a disposizione...

 

 

ITALIA UNDER 21 - SPAGNA UNDER 21 1-3

MARCATORI: 19' Rodrigo (S), 35' Deulofeu (S), 57' Longo (I), 92' Alvaro (S)

ITALIA UNDER 21(4-4-2): Bardi; De Sciglio, Caldirola, Capuano (70' Romagnoli), Frascatore; Marrone (70' Baselli), Crisetig, Sala (14' Sansone) (82' Sampirisi), Saponara (44' Donati); De Luca (46' Longo), Immobile (46' Gabbiadini). All. Mangia

SPAGNA UNDER 21(4-2-3-1): Marino; Carvajal (58' Mallo), Bartra, Martinez (46' Nacho), Aurtenetxe; Koke (46' Illaramendi), Romeu (83' Sergi Roberto); Sarabia (79' Muniain), Isco (83' Suso), Deulofeu (58' Tello); Rodrigo (58' Alvaro). All. Lopetegui

 

 

 

Massimiliano Macaluso


Ti è piaciuto questo articolo? Dillo ai tuoi amici!