SHARE

Top 11 Classic e Mantra

Top 11 Classic e Mantra


|

Dopo 12 giornate di campionato è possibile cominciare a fare i primi fantabilanci.
Chi si è confermato il top-player delle attese? E chi invece, nascosto nei meandri delle liste di inizio stagione, ha fatto l’exploit?
 

Il top 11 stagionale è un Must e come sempre dandogli una sbirciata salta all’occhio qualche sorpresa.
 

Partiamo dalla formula Classic, con una formazione come da prassi schierata col 3-4-3.
Nell’elaborazione abbiamo considerato le fantamedie (inclusive di assist) della nostra redazione Napoli e i calciatori con almeno il 50% delle presenze (6).  

In porta svetta Viviano (5,75). In un anno in cui tutti o quasi vedevano in Buffon l’unica vera certezza, la solidità della Viola messa su da Montella ha esaltato le qualità del bravissimo portiere toscano, tornato a fare il profeta in patria.    


La linea difensiva è composta dall’attesissimo Basta (7,00) e da due outsider: il fiorentino Gonzalo Rodriguez (6,77) e il granata D’Ambrosio (7,14). Quest’ultimo, considerato nel Torino stesso una seconda scelta ad inizio stagione, sta stupendo con una serie di buone prestazioni condite (e non fa male!) da un paio di realizzazioni. 


Il centrocampo non lascia spazio a sorprese. Il quartetto composto da Gomez (7,58), Hernanes (7,55), Hamsik (7,83) e Vidal (7,50) è una all-star fantacalcistica. E non era impossibile ipotizzare la loro presenza in questa specifica classifica.


Il fronte offensivo invece si basa sulla garanzia del Matador Cavani (8,70), sul nerazzurro Rodrigo Palacio (8,67) a cui va ad aggiungersi il nome offshore di Quagliarella, da molti ritenuto solo un rincalzo di lusso della Juve di inizio stagione. Per lui la superfantamedia di 9,75. 

 


Passiamo al Mantra.
Molti nomi ovviamente sono gli stessi, ma visto il rispetto dei ruoli/moduli imposto dal sistema sono necessari degli adattamenti. Da top 11 però sono ben tre soluzioni tattiche, un  4-2-3-1, un 4-3-1-2 e un 4-3-3 con pochi nomi che variano, ma all’incirca la stessa fantamedia. Un’ulteriore prova di quel che abbiamo asserito in fase di lancio del sistema: le scelte tattiche sono tutt’altro che scontate. 


Il portiere rimane Viviano, la disposizione della linea difensiva invece si completa con Paci (6,67) che chiude il pacchetto dei centrali con il gigliato Rodriguez. Basta sulla sua solita corsia destra, D’Ambrosio invece sul lato mancino. 


Il 4-2-3-1 vede in mediana Hernanes e Vidal. Sulla trequarti invece ad Hamsik vanno ad affiancarsi le due grandi rivelazioni di quest’anno, Lamela (8,59) ed El Shaarawy (8,33). Di punta, per ora inarrivabile, Quagliarella. 


Col  4-3-1-2 invece subentra l’altro laziale Candreva (7,46) a completare la linea mediana, Lamela si piazza sulla trequarti, con Quagliarella e Cavani di punta.

 


Non da meno anche la versione a 3 punte (4-3-3) nella quale Cavani (Pc) viene affiancato dalle due A Quagliarella e Palacio.  Da notare però che questi ultimi due abbiano raggranellato, per motivi diversi, solo il 50% delle presenze utili. E come noto, nel fanta anche la frequenza con cui un calciatore è disponibile ha il suo bel peso specifico.

 

FG Staff

Condividi con i tuoi amici!