SHARE

Fantacalcio: meglio i calciatori con la barba o senza? Il risultato vi sconvolgerà

Sfida antropologica e fantacalcistica


|

Vi siete mai chiesti se la barba influisse sulle prestazioni dei calciatori? Da qualche anno è scoppiata la moda delle barbe e a contribuire all'esplosione sarebbe stato proprio un calciatore, David Beckham, uno che, bisogna ammettere, manterrebbe il suo fascino anche se decidesse di farsi crescere una barba alla Hagrid. Fatto sta che tanti ragazzi, tra i quali ci sono i calciatori, hanno deciso che quella peluria che cresce sul viso andasse sfruttata e non semplicemente rasa. Ma quanto incide al nostro Fantacalcio? Ecco l'analisi che tutti i barbieri stavano aspettando: due top 11, una con i migliori barboni (si prendono in esame tutti i tagli, dalla greca al pizzetto), l'altra con i migliori dalla guancia liscia.

In porta passa pochissima differenza, Szczesny è a 5,7, Sirigu a 5,64. Poi ci sono Donarumma con la barba e Handanovic senza. Nessuna differenza sensibile.

Anche in difesa c'è poco scarto con leggero favore a favore degli sbarbati che nelle prima tre posizioni presentano tra giocatori dell'Atalanta, Mancini, Gosens e Hateboer. Dall'altra parte ci sono Kolarov che ha la barba bianca, Ansaldi con la barba rossa e Chiellini con la barba nera: insieme fanno la bandiera dello Yemen.

A centrocampo la situazione viaggia verso coloro che usano il rasoio tutte le mattina. I migliori te in assoluto sono infatti Ilicic, Chiesa e Nainggolan e completa il reparto Zaniolo. Rispondono Fabian Ruiz, Benassi, Kurtic e Matuidi (che ha la barba sotto il mento). Tra i due reparti corre quasi un punto di differenza ogni giornata.

Tocca agli attacchi capitanati da Quagliarella e Cristiano Ronaldo. Insieme al giocatore della Sampdoria ci sono Zapata e Immobile, dall'altra parte i polacchi Piatek e Milik. Nonostante il primo in assoluto sia il Quaglia, anche qui vincono quelli senza barba.

Si chiude con quasi un punto e mezzo di differenza di media a favore degli imberbi: 79,47 contro 78,1 che in un campionato intero in proiezione diventa 52 punti che, e i fantallenatori lo sanno, è poca roba. In definitiva, non è la barba a fare la differenza al fantacalcio.

Possiamo almeno affermare grazie a questi dati se la moda delle barbe finirà a breve o proseguirà per tanti anni? Non possiamo.

Leonardo Pippa

diLeonardo Pippa

Classe '91, parte milanese (di nascita) e partenopeo, aspirante giurista, il Tennico parla di calcio, sport in genere, di videogiochi, di serie tv, di fantasy, di prezzi della frutta, di pizze fritte, di politica. In una parola, di tutto (semicit.). Pippa è il cognome.


Ti è piaciuto questo articolo? Dillo ai tuoi amici!