SHARE

La Posta del Cuore di Fantagazzetta: Daenerys come Salvini, ci ha rovinato pure Game of Thrones

Dopo la giornata fantacalcistica, rispondiamo alle domande più belle dei nostri cari utenti


|

+

La prima affermazione semplicemente non è una regola valida. Come scritto nella nostra pagella, ha responsabilità, evidenti, su un gol, quindi l'insufficienza, comunque lieve, ci sta.

Francamente inaccettabile è la sua seconda affermazione, frutto di un delirio di fine stagione. Chi mi conosce sa quanto mia dia fastidio qualsiasi tipo di discriminazione od offesa basata esclusivamente su una caratteristica non unica di un individuo come colore della pelle, sesso, estrazione sociale, religione. E con me tutta Fantagazzetta.

Qui vige l'uguglianza: non conta un cazzo nessuno!

+

La solita storia. Credevi fosse quello giusto o quella (in caso munita di appositi strumenti) giusta, invece ti ha abbandonato non appena ti sei concesso o concessa. La prossima volta aspetta e non crearti troppe aspettative, altrimenti non ti restano che l'irritazione cutanea e un calato amor proprio.

+

Di Chievo-Sampdoria ci frega ben poco qua, cogliamo l'occasione per parlare di Game of Thrones, la cui serie tv è arrivata a conclusione due notti fa. Prima di tutto una premessa: la petizione è veramente stupida, il malcontento e le bestemmie agli sceneggiatori sono già arrivate e lo ci han già riso su. Ovviamente la petizione l'ho firmata anche io poichè sono un imbecille di prim'ordine.

Detto ciò, l'ottava stagione del Trono di Spade ha fatto veramente schifo. In realtà forse non è corretto dire che fa schifo in valore assoluto, ma di certo ci ripugna che una serie del genere sia finita così, come fosse Occhi del Cuore 4. Ma l'andazzo si era capito già nella settima stagione. Non andate avanti se non avete visto l'ultima puntata, andate al capoverso successivo al prossimo.

Ma comunque quello che è stato nelle stagioni precedenti non viene cancellato. L'esecuzione stupida di Varys non toglie nulla all'uccisione di Tywin Lannister sulla tazza del cesso; la scena alla Scooby Doo della morte di Ditocorto non svalorizza le Nozze Rosse; Daenerys nella parte di Salvini dalla scalinata non ci fa esaltare di meno per il discorso di Tyrion al suo processo; il Samwell Tarly titolare della linea comica non ci fa dimenticare il personaggio intelligente e gentile decisivo per affrontare i Morti; l'insulsa guerra wannabe campale di Grande Inverno non ci leva dalla mente la battaglia dei Bastardi, l'acume tattico di Ramsey e la saggezza della bella, bellissima, eterea Sansa.

Ad onore del vero c'è una cosa che merita di essere giudicata eccellente, insieme al comparto tecnico, ed è l'opera di Ramin Djawadi. The Night King, composizione eseguita alla fine della terza puntata, è maestosa, restituisce tutto quello che le immagini non riescono a fare. L'inevitabilità della lotta contro la morte, la quasi certa sconfitta che prima angoscia poi chiama le ultime energie e il fiato sospeso al momento dell'istantaneo e sbrigativo scontro tra Arya e il Re della Notte, il personaggio che avrebbe dovuto dettare tempi e modi di questa stagione.

Peccato che nel frattempo sullo schermo abbiamo visto un esercito in minoranza mandare a morire la propria cavalleria, i quasi invincibili Estranei farsi le seghe guardando il culo del loro comandante mentre la piccola Stark volava e i tre draghi fare la gara di rutti. Ramin Djawadi, il Trono di Spade è solo tuo. Farò mettere The Night King al mio funerale. Non vedo l'ora di morire.

+

Più che una speranza, questa è una certezza. E il tempo d'attesa non dovrebbe essere nemmeno troppo lungo.

+

Quindi dopo che questa partita che manca sarà conclusa, la stagione non sarà finita? Saremo anche dementi e ridicoli, ma almeno abbiamo imparato il significato di vari termini in italiano già alle elementari (per la cronaca, leggevo già all'asilo).

+

Stai quindi proponendo che un giocatore ritratto nell'immagine di copertina di un articolo debba avere un mezzo voto in più come gettone di presenza? Lasciami inorridire, è l'ennesima prova che in questa società ormai contano solo le apparenze.

+

Non sarebbe certo la prima ad essere incinta senza prima aver copulato. 

+

Prego.



La Posta del Cuore di Fantagazzetta è la rubrica che risponde alle domande più profonde fatte dai fantallenatori nel loro momento di maggior vulnerabilità: durante le partite di Serie A. Che siano sussurrate all'orecchio o urlate in faccia, noi soddisferemo le vostre curiosità più audaci e dissiperemo i vostri dubbi più atroci con tutto l'affetto che abbiamo per voi che è tantissimo.   
Leonardo Pippa

diLeonardo Pippa

Classe '91, parte milanese (di nascita) e partenopeo, aspirante giurista, il Tennico parla di calcio, sport in genere, di videogiochi, di serie tv, di fantasy, di prezzi della frutta, di pizze fritte, di politica. In una parola, di tutto (semicit.). Pippa è il cognome.


Ti è piaciuto questo articolo? Dillo ai tuoi amici!