SHARE

THE FG-FILES: Gervinho, Parma. Consigli fantacalcio, ruolo e caratteristiche

Come cambia la Serie A: la presentazione di ogni acquisto, la sua storia, la fantascheda, le statistiche ed i fantaconsigli indispensabili in sede d'asta


|

Gervinho alla Roma (Getty Images)

+
CHI È – Due stagioni e mezza in Italia, ora il ritorno da vecchia conoscenza del campionato: Gervinho ha già messo in mostra le sue qualità, ma anche i suoi limiti, nella Roma guidata da Rudi Garcia che lo aveva allenato nella sua precedente esperienza al Lille e voluto in giallorosso. Sabatini lo acquistò dall’Arsenal per 8 milioni (+1,75 di bonus), lo avrebbe poi rivenduto a 18 (+1 di bonus). Il 25 agosto 2013 la prima di 71 presenze in Serie A, il 9 gennaio 2016 l’ultima: 17 i gol segnati a cui si aggiungono svariati assist. La nuova avventura è al Parma di D’Aversa per rimettersi in gioco, a 31 anni, dopo gli anni in Cina all’Hebei Fortune: l’ivoriano si è svincolato ed ha firmato un contratto triennale con il club ducale, tornando appetibile per i fantallenatori italiani.
IL RUOLO – In grado di ricoprire tutte le posizioni del fronte d’attacco nel 4-3-3, dà il meglio di sé lungo la fascia sinistra pur potendo ricoprire anche l’altra. Nell’esperienza alla Roma ha fatto anche il centravanti in un tridente atipico. D’Aversa, che pure utilizza un 4-3-3, avrà a disposizione un’arma per tutte le evenienze: ricca la batteria di esterni con Di Gaudio (36 presenze e 5 gol nella passata stagione in B sull’out di sinistra, già 2 presenze tra campionato e Coppa Italia quest’anno), Biabiany, Siligardi, Ciciretti, Sprocati; l’ivoriano dovrà dimostrare di essere in condizione per conquistarsi il posto al fianco di un riferimento centrale di livello come Inglese.

CARATTERISTICHE TECNICHE – Velocità e capacità di saltare l’uomo le sue arme migliori, sa essere letale quando ha campo davanti a sé ed imprendibile nell’uno contro uno. Nonostante in molti casi manchi di freddezza e lucidità sottoporta al momento di concludere, riesce a procreare a raffica occasioni da gol per se stesso e per i compagni grazie a dribbling ubriacanti sugli avversari e accelerazioni repentine che danno spettacolo.

FANTACONSIGLI – Un grosso punto interrogativo: l’ivoriano probabilmente non è più quello che ha lasciato comunque un buon ricordo a Roma ed è reduce da due stagioni e mezza in Cina dove ha giocato e segnato poco ed ha subito un infortunio al crociato (ottobre 2016, comunque superato da tempo). Dubbi quindi riguardano la sua condizione fisica in questa prima fase che potrebbe vederlo inizialmente in panchina. Alla lunga dovrebbe comunque scalzare la concorrenza e prenderlo al fantacalcio per riempire gli ultimi slot dell’attacco, a cifre non eccessive, non dovrebbe essere un azzardo, anzi potrebbe rivelarsi mossa azzeccata tenendo sempre a mente che si tratta di un giocatore che è croce e delizia. Non mancheranno le giornate storte, ma ce ne saranno anche di super.

STATISTICHE – Si parte dagli ultimi mesi: nel 2018, tra marzo e maggio, ha giocato 7 partite da titolare con l’Hebei Fortune. Importante quindi che abbia visto il campo nel corso dell’anno solare. In totale sono state 29 le gare in Cina con 4 gol (3 nel 2016, l’ultimo nel luglio 2017). L’ultima delle 17 reti in Serie A risale invece al novembre 2015 in un derby di Roma. Nel 2015/2016 in Serie A, prima del trasferimento all’Hebei a gennaio, mise a referto 6 reti in 14 presenze più una in Champions League (3 presenze). Molto meno positiva fu la stagione 2014/2015 in maglia giallorossa: solo 2 centri in 24 presenze in campionato tra infortuni e Coppa d’Africa in Guinea Equatoriale che riuscì a vincere con la sua Costa D’Avorio ma da cui tornò il suo fantasma. Anche 3 gol in Champions League e 2 in Europa League in 10 presenze. La sua miglior stagione è stata la prima: 9 gol nel 2013/2014 in Serie A e diversi assist che cancellarono tanti scetticismi. Dal punto di vista realizzativo ha fatto di meglio in carriera al Lille: 13 gol in Ligue 1 (e 5 in Europa League) nel 2009/2010, 15 nel 2010/2011 quando vinse il campionato e la coppa nazionale (2 gol) con Rudi Garcia. All’Arsenal invece 9 gol in Premier League (e 2 in Champions League) in due stagioni e 46 presenze dal 2011 al 2013. Palmares di tutto rispetto quindi per il neo acquisto del Parma che conta anche 84 presenze e 22 reti con la sua Costa D’Avorio: ultima presenza nel novembre 2017, da titolare e capitano, contro il Marocco, nel girone C di qualificazione ai Mondiali in Russia; accesso alla competizione iridata fallito.

LA FANTASCHEDA - Ogni valutazione è puramente indicativa, e va implementata con le informazioni che verranno aggiornate, in tempo reale, mediante 'La Guida per l'asta perfetta di Fantagazzetta'. I valori segnalati vanno da un minimo di 0 ? (negativa) ad un massimo di 5 ? (eccellente).

VALORE ASSOLUTO DEL CALCIATORE: ???

VALORE FANTACALCISTICO DELL'ACQUISTO: ???

CONTINUITÀ: ??

POTENZIALE TITOLARITÀ: ???

RESISTENZA AGLI INFORTUNI: ??

TENDENZA AL BONUS IN PROPORZIONE AL RUOLO: ???


Ti è piaciuto questo articolo? Dillo ai tuoi amici!