SHARE

Ibrahimovic come Beckham: può andare ai Galaxy, e poi restare (in prestito) al Manchester United

lo svedese si trasferirebbe in usa solo nel 2018: ecco l'ultima idea delle parti


|

Le trattative di Raiola con i Los Angelese Galaxy per avere Ibrahimovic sono iniziate già da oltre un mese, ed a breve potrebbero arrivare a conclusione. Il Manchester United ha proposto allo svedese un ingaggio monstre per restare ancora un'altra stagione, ed il diretto interessato vorrebbe contribuire, a modo suo, a riportare i red devils a vincere qualcosa, prima di lasciare anche la Premier. Ecco perché tra il club americano, il calciatore e la squadra di Mourinho sarebbe già stata trovata una quadra: il suo cartellino verrebbe preso dai Galaxy già a giugno, per poi essere girato in prestito secco all'United sino a marzo 2018, quando è previsto l'inizio della nuova MLS. Una soluzione che risolverebbe parecchi problemi, e che garantirebbe Ibra (e Raiola) anche in merito al raccoglimento d'un'occasione unica. Quella di andare in USA, a fine carriera, percependo comunque un ingaggio faraonico. La proposta dei Galaxy al momento è di 6 milioni a stagione, nonostante, nel 2018, quando di fatto l'ingaggio verrà pagato, il gigante di Malmö avrà 37 anni. Un'operazione, di fatto, alla Beckham, per definire il futuro di Ibra. L'accordo verrà annunciato al termine della Premier.


Ti è piaciuto questo articolo? Dillo ai tuoi amici!