SHARE

VIDEO - Dieci anni fa se ne andava Sandro Ciotti: il ricordo

Tra i più apprezzati e ricordati giornalisti sportivi e cronisti d'Italia. Moriva 10 anni fa


|

Moriva esattamente 10 anni fa, in quel di Roma, l'eterno Sandro Ciotti: fu giornalista, calciatore, radio e telecronista sportivo.

 

Figlio del giornalista Gino Ciotti, ebbe come padrino battesimale addirittura il celebre poeta Trilussa. Il suo primo incarico, a soli 26 anni, presso 'La Voce Repubblicana', poi a 'Il Giornale d'Italia' e 'Momento Sera'. Subito dopo, l'inizio della sua lunghissima avventura in radio. 

Nel 1958 entrò stabilmente in RAI come inviato e giornalista per numerosi format, sportivi e musicali. 

La sua ultima radiocronaca risale alla partita di campionato Cagliari-Parma nell'ultima giornata della stagione 1995-1996.

 

Raggiunti i 40 anni di età, la sua voce divenne permanentemente roca: come da lui stesso testimoniato, le sue corde vocali lo tradirono nel 1968 in Messico dopo 14 ore di diretta sotto la pioggia. Questa menomazione, però, invece che danneggiarlo nel suo lavoro, diventò il suo "marchio di fabbrica", rendendolo per anni il commentatore probabilmente più riconoscibile da intere generazioni di ascoltatori.

 

Lo ricordiamo così, con il ricordo dell'amico e collega Bruno Gentili, e qualche momento, tra ipiù intensi, delle sue storiche cronache. 

 

 

 

 

Condividi con i tuoi amici!