SHARE

'Non suicidate Bergamini': lettera al Presidente della Repubblica

Tenutasi l’udienza che dovrà decidere in merito all'opposizione, avanzata dai legali della famiglia Bergamini, alla richiesta di archiviazione avanzata dalla Procura. E dalla sorella del calciatore scomparso una richiesta esplicita a Mattarella


|

Non finisce certo qui, a più di 25 anni di distanza, l'assurda storia di Denis Bergamini, il calciatore del Cosenza 'suicidato' il 18 novembre del 1989. Poco prima dello scorso Natale, la stessa Procura che riaprì il caso nel 2011 aveva chiesto l'archiviazione del caso, non essendo emersi elementi sufficienti a sostenere l'accusa nei confronti dei due indiziati dell'allora 27enne atleta: l'ex compagna di lui, Isabella Internò (concorso in omicidio) ed il camionista che, a detta sua, travolse (o, semplicemente, sormontò?) con un pesante automezzo il Bergamini, Raffaele Pisano (falsa testimonianza).

 

Pochi giorni fa si è tenuta a Castrovillari l’udienza che dovrà decidere in merito all'opposizione, avanzata dai legali della famiglia Bergamini, alla richiesta di archiviazione avanzata dalla Procura. In tribunale, insieme ad Eugenio Gallerani, anche il secondo legale della famiglia argentana, l'avvocato Fabio Anselmo, già impegnato precedentemente nei casi Cucchi e Aldrovandi. Il legale del Foro di Ferrara, al termine dell'udienza, ha ribadito la richiesta di dibattimento, "perchè gli approfondimenti sono necessari, oltre che sollecitati dai medici legali, e devono essere misurati all’interno del processo. La richiesta di archiviazione in sé e per sé – ha ribadito lo stesso Anselmo – non sarebbe nemmeno idonea a costituire una sentenza di non luogo a procedere e verrebbe annullata dalla Cassazione, perchè quelle valutazioni devono essere fatte all’interno di un dibattimento al termine dell’istruttoria dibattimentale". Infine, la chiosa, perfettamente in linea con con quanto sostengono, oltre che le perizie dei medici legali Avato, Testi e Bolino, anche la famiglia del ragazzo e la tifoseria tutta dei lupi della Sila, all'epoca protagonisti in cadetteria ed oggi in Lega Pro: "E’ chiaro che Donato Bargamini non si è suicidato". 

Un'opinione delineata e ferma per la quale combatte, da oltre un lustro, anche l' 'Associazione Verità per Denis', di fatto nata spontaneamente all’indomani della manifestazione pubblica tenutasi il 27 dicembre 2009 di fronte al Tribunale bruzio. Fu quella la prima volta in cui la città di Cosenza scese convintamente in piazza, al fianco della famiglia Bergamini, urlando forte la tesi dell'omicidio. E proprio lì dove tutto iniziò, la storia continuerà il prossimo sabato, dove i cosentini, i tifosi, e l'Associazione stessa si ritroveranno nuovamente. Questo il comunicato diffuso dall'Associazione stessa, con il quale si invitano tutti coloro che volessero a partecipare alla manifestazione del 28 febbraio.

 

"NON SUICIDATE DENIS! Tribunale di Cosenza, sabato 28 febbraio 2015 ore 16:00.

Cosenza, 25/02/2015 - Negli scorsi giorni, presso il Tribunale di Castrovillari, si è tenuta l'udienza in cui i legali della famiglia di Donato, detto 'Denis', Bergamini, si sono opposti alla richiesta di archiviazione formulata dalla Procura per l’omicidio dell'ex calciatore del Cosenza. Per sapere chi ha ucciso il nostro Denis, a oltre 25 anni da quale maledetta notte, la Procura non ha neanche accettato di sottoporre i resti agli esami immuno-isto-chimici che avrebbero potuto dirci molto di più rispetto a quello che già oggi sappiamo, e che di per sè già basterebbe a dar seguito alla riapertura del caso decisa nel 2011. Per questo motivo, e poiché non vogliamo che la storia del nostro Denis finisca così, con un'archiviazione inspiegabile ed inaccettabile, come Associazione Verità per Denis rifiutiamo che si metta la parola fine a questa triste e vergognosa storia confermando la bugia del suicidio. 

Dal tribunale di Cosenza eravamo partiti, in quel piovoso 27 dicembre del 2009, ed al tribunale di Cosenza torneremo sabato 28 febbraio, alle ore 16, per invocare sempre e solo GIUSTIZIA E VERITA' PER DENIS BERGAMINI, ucciso il 18 novembre 1989. Oltre all'associazione, saranno presenti i tifosi rossoblù che mai, da quella data, hanno smesso di essere vicini alla famiglia Bergamini. DOBBIAMO ESSERCI TUTTI, INSIEME PER DENIS, PER LA FAMIGLIA BERGAMINI, PER LA VERITA’!

Associazione 'Verità per Denis'

Sito web    Gruppo Facebook"

 

La notizia delle ultimissime ore, infine, è la lettera aperta con la quale Donata Bergamini, che sarà presente oggi al sit-in di fronte al tribunale di Cosenza, chiede aiuto direttamente al neo Presidente della Repubblica Mattarella. Questi alcuni stralci del testo, che è possibile consultare integralmente su denisbergamini.com.

"ILLUSTRISSIMO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA,

Mi permetto di scriverLe un po’ per disperazione ma anche con tanta fiducia sulla Sua comprensione per quanto le sto per raccontare. Mi chiamo Donata Bergamini e vivo a Boccaleone di Argenta in provincia di Ferrara. Avevo un fratello bellissimo che era un astro nascente del calcio e giocava nel Cosenza quando questa squadra conosceva il momento più fastoso della sua storia sportiva. Lui veniva da lontano ma ben presto, per la sua grande umanità di ragazzo semplice e pulito, conquistava i cuori della tifoseria cosentina rimanendoci per sempre. [...] Denis era parte di me, sig Presidente, ma ho potuto viverlo solo fino a quando aveva compiuto 27 anni . La sua vita è stata fermata lì , il 18/11/1989, quando il suo corpo venne violentato dalla ruota anteriore di un autoarticolato. Aveva 28 anni . Incidente? Suicidio? Suicidio. Questa fu la versione dei fatti che venne fornita dalla sua ex fidanzata che era con lui e dal conducente del camion che lo avrebbe investito a seguito di un “tuffo” che quel ragazzo pieno di vita e con il successo in mano ,avrebbe fatto per motivi inspiegabili ed inspiegati. Fu fatto un rapido e frettoloso processo ed il camionista venne assolto. ” suicidio” . Non ci abbiamo mai creduto. Non era possibile. Non era vero. lo , la mia famiglia ed i miei genitori non ci siamo mai arresi di fronte a questa colossale bugia. Abbiamo impegnato tutte le nostre energie e dilapidato tutto il nostro patrimonio famigliare per arrivare alla verità, fino a quando ,il 15/7/2011, il Gip di Castrovillari non decise che quella mistificazione urlava vendetta e che occorreva assolutamente riaprire le indagini per fare luce su questa immane tragedia. [...]

Tutti hanno concordato sul fatto che quel camion non ha investito Denis ma lo ha ” sormontato ” parzialmente a bassissima velocità partendo da fermo girando la ruota sul suo povero corpo e facendo poi una breve retromarcia . Non lo ha travolto, dunque, ma sormontato con una manovra lenta ed apparentemente mirata e calibrata.[...] Il 23 febbraio scorso la procura ha chiesto al Gip che il caso Bergamini venisse archiviato. Sono venuti 2 magistrati ed hanno entrambi parlato per due ore. Il più anziano, il capo, ha dichiarato che sarebbe andato in pensione a fine Marzo e si è lamentato del fatto che la morte di Denis aveva avuto grande rilievo mediatico. La più giovane ci ha rimproverato di non aver portato i colpevoli nè il modo con cui è stato ucciso. Il fascicolo quindi doveva essere archiviato ancora per suicidio. Ma era compito nostro assicurare alla Giustizia gli assassini di Denis? [...] Sono sfinita , Sig. Presidente. Ma io voglio soltanto chiederLe : Lei pensa che la mia legittima aspettativa di Giustizia possa essere stata soddisfatta dallo Stato riguardo alla morte di mio fratello ? Noi abbiamo capito cosa è successo. Lo hanno capito tutti. Tutti tranne coloro che avrebbero dovuto rendergli Giustizia.

Con grande rispetto, Sua

Donata Bergamini. Argenta, 27/02/15"

 

LEGGI IL WEBDOSSIER DI FANTAGAZZETTA DEDICATO A DENIS BERGAMINI

LEGGI LO SPECIALE DI FANTAGAZZETTA DEDICATO AL CENTENARIO DEL COSENZA

VISITA IL BLOG DEDICATO A DENIS BERGAMINI

 

PER SCOPRIRE LA STORIA DI DENIS BERGAMINI, LEGGI ANCHE:

25/03/2013: Caso Bergamini: la Procura a breve comunichera' gli esiti dell'indagine

13/04/2013: SPECIALE Bergamini: Denis, il digiuno dalla verita' e' finito

14/04/2013SPECIALE Bergamini: cosa accadde il 18/11/1989?

14/04/2013: SPECIALE Bergamini: una vicenda giudiziaria lunga 24 anni

14/04/2013: SPECIALE Bergamini: "Denis amava Cosenza. I tifosi non l'hanno mai dimenticato"

14/04/2013SPECIALE Bergamini: Denis, la ferrea dolcezza

15/04/2013: SPECIALE Bergamini: le testimonianze esclusive raccolte da Fantagazzetta

09/05/2013: Caso Bergamini. Redavid: accolto il ricorso, trasferimento annullato

15/05/2013: Caso Bergamini: Denis fu ucciso all'arma bianca da due assassini?

15/05/2013: Caso Bergamini, svolta: avviso di garanzia per l'ex fidanzata Interno'

16/05/2013: Caso Bergamini: chi è l'Internò, indagata per concorso in omicidio

16/05/2013: 15/05/13: V per Verità, ma anche per Vittoria. Bergamini, è per te! 

17/05/2013: Caso Bergamini: parla l'ex Internò: "Perché questo accanimento?"

22/05/2013: Donata Bergamini: "Voglio ricordare Denis allegro, sui campi di calcio "

14/06/2013Bergamini, a Cosenza la memoria va dai campi da calcio alle vie cittadine

17/06/2013: "Tanti, piccoli" Denis Bergamini. Tutti affamati di pallone e verità

12/07/2013: VIDEO - Bergamini: uno speciale per ricordare l'uomo ed il campione

03/09/2013Bergamini, altra svolta: un nuovo indagato oltre all'ex fidanzata

18/10/2013: Auguri, Denis. La festa è qui, nel girotondo del giardino della verità

26/10/2013: Bergamini, c'è la data dell'interrogatorio. E' un tris di coincidenze temporali

08/11/2013: Per Bergamini in 10000 su FB, un blog ed una fiaccolata commemorativa

17/11/2013: Cosenza, le luci della città su un caso italiano: quello di Bergamini

23/02/2014: Le poesie hanno i lupi dentro. Anche quella dei 100 anni del Cosenza

25/02/2014: VIDEO - Lettera di Donata Bergamini a Cosenza nel giorno del centenario

13/03/2014Bergamini, svolta entro aprile. E l'Internò non risponde ai magistrati

16/06/2014Bergamini, c'è un rigore da segnare. Memorial e scuola calcio per lui

06/09/2014Cosenza non dimentica: compleanno di Denis Bergamini a Roseto

18/09/2014: Cosenza, 19-20-21/09: un week end dedicato a Denis Bergamini

21/09/2014Roseto Capo Spulico, posata nuova lapide in onore di Denis Bergamini

02/10/2014: Cosenza-Catanzaro: il fuoco sacro del San Vito raccontato in 5' e 34"

22/12/2014: Bergamini, il Natale peggiore. Chiesta l'archiviazione per gli indagati

24/12/2014:  'Verità per Denis': "A maggior ragione con la famiglia Bergamini"

Condividi con i tuoi amici!