SHARE

Lazio, che beffa! 2-2 con la Dinamo Kiev, con palo di Immobile all'ultimo respiro. Non basta un super Felipe Anderson

I biancocelesti si fanno rimontare dopo essere stati in vantaggio


|

Delusione per la Lazio, che si lascia raggiungere e pareggia in casa con la Dinamo Kiev, in una gara valida per l'andata degli ottavi di finale di Europa League. All'Olimpico gli ucraini passano in vantaggio con Tsygankov, poi i biancocelesti la ribaltano con Immobile e Felipe Anderson, ma nel finale arriva la rete di Junior Moraes, prima del palo di Immobile al 95'. 2-2 il risultato finale.

Il primo tempo è equilibrato, con una leggera supremazia dei padroni di casa. La Lazio va vicina al gol del vantaggio con Felipe Anderson al 14’, ma il brasiliano calcia sull’esterno della rete, poi con Immobile al 26’, sul quale è provvidenziale l’intervento del difensore Burda. La prima frazione si chiude sullo 0-0.

Nella ripresa cambia tutto. La Dinamo passa in vantaggio con Tsygankov al 52’, bravo a batter con un colpo di tacco Strakosha. La reazione della Lazio è veemente: al 54’ Immobile pareggia grazie a una verticalizzazione di Felipe Anderson, al 61’ il brasiliano sfrutta il lavoro di Milinkovic-Savic e supera per la seconda volta Boyko. Sembra che la squadra di Inzaghi possa controllare la partita, ma la beffa è dietro l’angolo: al 79’ Junior Moraes si inventa una traiettoria che sorprende Strakosha e si insacca alle spalle del portiere. Nel finale Milinkovic-Savic sfiora il gol su punizione e Immobile coglie il palo all'ultimo secondo: la partita termina 2-2.

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Wallace (85’ Nani), de Vrij, Radu; Basta (74’ Patric), Murgia (74’ Parolo), Leiva, Milinkovic, Lukaku; Felipe Anderson, Immobile.

DINAMO KIEV (4-2-3-1): Boyko; Kedziora, Burda, Kadar, Pivaric; Shaparenko (67’ Junior Moraes), Buyalskiy; Tsygankov, Garmash, Morozyuk; Besedin.


Ti è piaciuto questo articolo? Dillo ai tuoi amici!