SHARE

Da Manchester alla rovesciata allo Stadium: i 10 gol più belli di Cristiano Ronaldo in Champions League

Ieri sera un'altra perla da aggiungere alla collezione


|

Sceglierne 10 tra 122 è un puro esercizio di stile: semplicemente impossibile, a meno di non voler fare torto a qualcuno, decretare quali siano stati i migliori 10 gol di Cristiano Ronaldo in Champions League. Da fuori area, di rapina, di testa, su calcio di rigore e in azione personale: il portoghese ha segnato in qualunque modo, migliorandosi anno dopo anno in una ricerca costante della perfezione.
 

Non per questo, però, ogni amante di questo sport non può cimentarsi nel provarne a selezionare i migliori 10: noi ci abbiamo provato, ma mischiandoli e non inserendoli in ordine di bellezza. Quello, forse, sarebbe stato troppo. 

1) Juventus - Manchester United, fase a gironi della Champions League 2018/2019. Si parte da quello messo a segno ieri sera, ultimo in ordine temporale ma non di importanza. Lancio di Bonucci, Ronaldo scappa alla difesa e tira a volo con precisione innata e potenza: Stadium a bocca aperta. E il pubblico a casa non è da meno. Il primo timbro con la maglia bianconera, dopo il digiuno nelle prime tre partite del girone - una delle quali saltata per squalifica - è di fattura pregevolissima. 

2) Porto - Manchester United, quarti di finale di Champions League 2009 - Gol dello 0-1 con un siluro da fuori area che lo stesso Ronaldo, in un'intervista post gara e mostrando già la sua scarsa inclinazione alla modestia, definì come "strepitoso". Ma chi, in fondo, si sente di essere in disaccordo? 

3) Liverpool - Real Madrid, fase a gironi, Champions League 2014 - Gol dello 0-1 dopo una combinazione che prima esalta il collettivo madridista e mette poi in mostra uno dei fondamentali di CR7: conclusione di controbalzo sul lato opposto e portiere battuto. 

4) Roma - Real Madrid, ottavi di finale Champions League 2016 - Gol dello 0-1 al sapor di tecnica, forza e precisione: un mix letale che prima abbatte Florenzi sul cambio di direzione, poi esplode verso Szczesny, suo attuale compagno di squadra alla Juve, che non può far altro che abbozzare un tuffo che sapeva già essere perfettamente inutile.   

5) Schalke 04 - Real Madrid, ottavi di finale di Champions League 2014 - Il Real Madrid quella partita la stravincerà 1-6, parte del merito fu ovviamente di Ronaldo. Che decise di emulare il suo omonimo brasiliano alla perfezione: doppio passo ubriacante ed eseguito alla perfezione, diagonale di sinistro imparabile. 

6) Real Madrid - Manchester United, ottavi di finale di Champions League 2013 - Cross dalla sinistra, Ronaldo vola in cielo e colpisce la sua ex squadra, con la quale immediatamente si scusa e non esulta. Impressionante lo stacco e il tempo che sembra fermarsi con il portoghese in cielo. Qualità che avrebbe poi mostrato appieno nel gol che lo ha forse più celebrato nel mondo di qualche anno dopo. 

7) Galatasaray - Real Madrid, fase a gironi Champions League 2013 - E' una goleada madridista quella che va di scena in Turchia. L'ultimo gioiello è però una vera e propria perla: doppio passo e via il primo, rientro sul mancino e via il secondo, scatto in velocità e via sia di nuovo il primo che il terzo. Il mancino velenoso chiude un'azione che racchiude l'intera essenza del fuoriclasse portoghese. 

8) Manchester United - Chelsea, finale di Champions League 2008 - Bello e decisivo: due delle caratteristiche che spesso Cristiano ha accomunato in carriera. Un'altra perla, stavolta in maglia United, contro il Chelsea: è la sofferta finale del 2008, Cr7 vola in cielo e incorna con potenza e precisione. 

9) Real Madrid - Apoel Nicosia, quarti di finale di Champions League 2012 - Forse avrà segnato punizioni più belle, ma quella contro l'Apoel arriva da una posizione che a rivederla sembra impossibile. Dalla prospettiva offerta nel video si può peraltro apprezzare di come il bersaglio grosso, l'angolino sul palo più lontano, sia stato beccato in pieno prima di dare una piccola e innocente carezza al palo. Cecchino. 

10)  Juventus - Real Madrid, quarti di finale di Champions League 2017/2018 - Il gol. Definirlo altrimenti sarebbe forse superfluo. O probabilmente riduttivo.

Condividi con i tuoi amici!