SHARE

Dramma Leicester, precipita elicottero del proprietario: era a bordo con figlia e due piloti

L'incidente è avvenuto subito dopo la gara contro il West Ham, dopo il decollo dal terreno di gioco


|

Notizia shock che arriva dall'Inghilterra: a Leicester, all'esterno del King Power Stadium, si è schiantato pochi minuti fa l'elicottero presidenziale del patron del club, il thailandese Vichai Srivaddhanaprabha. Con il passare dei minuti le certezze: il proprietario del club sarebbe stato a bordo, con lui la figlia e due piloti del mezzo. 

Ancora ignote le condizioni delle persone a bordo, almeno quattro ma fonti inglesi parlano anche di cinque persone al momento dello schianto e del successivo incendio. Tra di loro con certezza non c'erano il figlio e vice-chairman del Leicester Aiyawatt Srivaddhanaprabha e il direttore sportivo Jon Rudkin: lo afferma l'inglese Sky Sports.

"Stiamo assistendo la polizia di Leicestershire e i servizi di emergenza nell'affrontare un grave incidente al King Power Stadium", scrive in una nota il Leicester. "Il Club emetterà una dichiarazione più dettagliata una volta che saranno state stabilite ulteriori informazioni".

60 anni, Vichai Srivaddhanaprabha è secondo Forbes la quarta persona più ricca di Thailandia e l'undicesima più ricca al mondo, con un patrimonio stimato in 4,2 miliardi di dollari: proprietario la King Power, specializzata in negozi duty free per aeroporti, acquistata nel 1989 dopo aver venduto un negozio di artigianato tipico, ha preso il Leicester in Championship, la seconda serie inglese, nel 2010, per farne il club campione d’Inghhilterra nella stagione 2016, quella dei miracoli. Un matrimonio, quattro figli, il più grande dei quali è il suo vice nel club.

Seguiranno aggiornamenti.

AGGIORNAMENTO ore 00.06: "Il motore si è  letteramente fermato e mi sono voltato, e ha fatto un po' un  ronzio", ha affermato in veste di testimone oculare dell'incidente il fotografo Ryan Brown alla BBC Radio 5 Live. "È diventato silenzioso, le eliche hanno iniziato a girare e poi c'è stato un grande botto".

AGGIORNAMENTO ore 23.48 - "I servizi di emergenza stanno attualmente affrontando un incidente al King Power Stadium, a Leicester, dopo che un aereo è precipitato in un parcheggio dietro il terreno questa sera. Gli agenti stanno lavorando a fianco del servizio di ambulanza, Leicester Fire and Rescue Service, l'Air Accident Investigation Branch e il Leicester City Football Club per stabilire le esatte circostanze della collisione. Ulteriori aggiornamenti saranno rilasciati a tempo debito": così poco fa una nota della polizia di Leicestershire, riportata dal Mirror.

+

AGGIORNAMENTO DELLE 23.09 - Stando a Sky Sport a bordo dell'elicottero c'erano effettivamente almeno 4 persone: il proprietario Srivaddhanaprabha, sua figlia e due piloti. Non si hanno ancora aggiornamenti sulle loro condizioni dopo l'incidente.

AGGIORNAMENTO DELLE 22.58 - Qui di seguito il tweet di Tyrone J Francis di ITV News, con tanto di video che mostra l'elicottero presidenziale proprio mentre sta lasciando il King Power Stadium, pochi istanti prima del crollo all'esterno dello stadio.

AGGIORNAMENTO DELLE 22.50 - Scrive così Fernando Carlo, giornalista di ESPN, su Twitter: "Si è schiantato l'elicottero di Vichai Srivaddhanaprabha, proprietario del Leicester, all'esterno dello stadio. Per adesso non si hanno notizie sulle sue condizioni, né su quelle dei familiari che lo hanno accompagnato"

AGGIORNAMENTO DELLE 22.25 - Scrive ora il Guardian: "C'era confusione all'esterno dello stadio e il personale della sicurezza sta cercando di ripristinare ordine. I tifosi stavano scappando via e nel parcheggio alcuni testimoni riferiscono di aver visto anche il portiere del Leicester, Kasper Schmeichel, andare via in lacrime". Intanto il centravanti del Leicester e della Nazionale inglese Jamier Vardy ha postato pochi minuti fa questo tweet eloquente in segno di preghiera, in attesa di aggiornamenti sulle condizioni dei passeggeri a bordo dell'elicottero:

AGGIORNAMENTO DELLE 22.22 - A dare ulteriori dettagli della vicenda ci pensa il quotidiano britannico Daily Mail, che poco fa scrive: "Non è confermato se il presidente fosse all'interno del mezzo. Era comunque l'unico della sua famiglia ad essere presente alla partita" .

Condividi con i tuoi amici!