SHARE

Tottenham-Juventus, Allegri: "Bravi a saper aspettare il momento giusto"

Su cambi: "Ogni tanto faccio qualche danno e provo a porre rimedio"


|

Vittoria dall’alto tasso emotivo a Wembley per Massimiliano Allegri, in apnea per gran parte della gara contro il Tottenham, ma ai quarti di Champions grazie a tremendo uno-due messo a segno da Higuain e Dybala. ”C’è da fare i complimenti a tutti per ciò che i ragazzi insieme alla società stanno facendo”, commenta a caldo a Mediaset il tecnico bianconero. “Vincere a Wembley non era semplice, i ragazzi hanno saputo aspettare il momento giusto, rimanendo pazienti, e hanno colpito. Nel primo tempo abbiamo sofferto molto su delle palle perse, e loro in questo sono micidiali: così abbiamo preso il primo gol. Dovevamo essere più equilibrati e più corti, ma dopotutto ci sono anche gli avversari e le partite hanno diversi momenti".

Sul decisivo inserimento di Lichtsteiner e Asamoah nel secondo tempo: "Ho cambiato perché c'era bisogno di giocatori con caratteristiche diverse, Asamoah in termini di palleggio è un giocatore straordinario: è sottovalutato. Lichtsteiner è entrato benissimo, c'era bisogno di forze fresche sugli esterni. Con più qualità nei passaggi abbiamo ribaltato la partita e abbiamo difeso meglio".

Sull’importanza di un risultato arrivato nonostante lo stato di forma non eccelso: ”Higuain era fermo da 15 giorni, Dybala è in crescita e intanto aspettiamo Mandzukic e speriamo anche per Cuadrado e Bernardeschi. Ora guardiamo alle partite che varranno molto per il campionato. Matuidi? Giocavamo in maniera strana, nel traffico non è un giocatore di qualità ma uno che recupera palloni. Nel secondo tempo siamo cresciuti e avevamo bisogno di maggiore tecnica. Le partite le vincono i giocatori, io ogni tanto faccio qualche danno e provo a porre rimedio”.


Ti è piaciuto questo articolo? Dillo ai tuoi amici!