SHARE

Napoli, De Laurentiis: "Sarri al Chelsea assieme a Jorginho. CR7? Il calcio si gioca in 11". E su Cavani...

Le dichirazioni in conferenza del presidente azzurro


|

Aurelio De Laurentiis, a margine della presentazione del nuovo allenatore del Napoli Carlo Ancelotti, ha così parlato ai media presenti a Dimaro: "Siamo sempre stati protagonisti, gli olandesi hanno classificato il Napoli come club che ha mostrato maggiore crescita negli ultimi anni. Non si cresce con i nomi che fanno risonanza, quelle sono incursioni pericolose perché la squadra poi gioca per quel giocatore. Il calcio si gioca in 11 e finalmente ce ne sono 11 che sanno il fatto loro. Quando ho letto stamattina di Ronaldo ho fatto un tweet, welcome Ronaldo, sale e pepe nel calcio italiano. Poi mi sono adombrato, perché non si cresce nell'audiovisivo. Micciché è un banchiere, lo rispetto, non è il suo mestiere, ma agli altri miei colleghi ho detto di accordarci con Sky perché abbiamo un gap di 250mln. Dovevamo accordarci per un anno così avremmo alzato le cifre, questo non mi va giù. Ad un certo punto si perde dignità negoziale". 

SARRI AL CHELSEA - "E' in dirittura d'arrivo, poi dipende solo da lui. I miei avvocati hanno stilato un testo che è stato sottoposto ai suoi avvocati e chi vivrà vedrà.
Pur considerando Jorginho un ottimo giocatore, per il gioco di Ancelotti e, prevedendo la credibilità relativa dei cinesi per Hamsik, s'è deciso di accettare le richieste, che sono partite dal City e dovrò scusarmi con loro. La trattativa l'ho chiusa 15 giorni fa, risolvendo varie questioni, ma il giocatore se preferisce Londra a Manchester e lo posso capire, poi se il Chelsea lo paga di più lo posso capire di più ancora e non posso farci nulla. Jorginho al Chelsea non dipende da Sarri".
 

IL MERCATO - "I big resteranno, poi Ancelotti potrà provare tutto. Andremo a Dublino contro il Liverpool, poi a San Gallo contro il Borussia Dortmund e poi ci sposteremo a Wolfsburg e lì il mister avrà avuto la possibilità di vedere i valori e dall'11 agosto avremo diversi giorni per capire eventualmente a chi dare chi non si amalgama col gioco. Il problema è la sovrabbondanza di giocatori e Carlo mi ha detto che non vuole più di x giocatori per evitare confusione. E' un periodo di verifica. Poi viste le richieste che abbiamo a certe cifre, questi sono top player, mica i top player sono solo vecchi rincoglioniti che guadagnano tanto. E vediamo anche quanto si rinforzeranno gli altri. Con Ronaldo poi l'asse si risposta sull'Italia mediaticamente e come valori... Io mi sono battuto per un contratto tv di un anno con opzione, ora avremmo potuto chiedere 1 miliardo e 200mln per il secondo e terzo anno e non 900. 

Per me Ancelotti è il vero difensore, centrocampista e attaccante". 

SUGGESTIONE CAVANI SUI SOCIAL- "Si leggono tanti nomi ma su Cavani non c'è nulla, solo chiacchiere da bar. Io capisco i tifosi ma nessun club vince accontentando loro. Un colpo come Ronaldo fa bene anche ad Allegri. Come fa un allenatore a vincere sempre? Se poi perde si mette subito in discussione. Uno come Ronaldo fa bene anche fuori dal campo. Se farà il testimonial Ferrari poi…".


Ti è piaciuto questo articolo? Dillo ai tuoi amici!