SHARE

Un Bernardeschi buono per ogni ruolo. Ma sia in Nazionale che nella Juventus rischia di non avere il posto fisso

ALA DESTRA, MEZZALA, LATERALE, FINTO NOVE: UN TALENTO DEL GENERE, PERò, RISCHIA DI NON POTER AVERE MAI CONTINUITà


|

Allegri, l'aveva già detto, lo vorrebbe un giorno utilizzare da mezzala. Nel frattempo, nella sua breve ma già significativa carriera, Federico Bernardeschi ha già interpretato almeno 4-5 ruoli: prevalentemente da esterno, e a desta, ma spesso anche attaccante e laterale di centrocampo, sia a destra che a sinistra.

Insomma, alle porte dei 25 anni e della completa maturazione tecnico-tattica il ragazzo di Carrara ora cerca la definitiva consacrazione: e chissà che, anche in bianconero, non possa arrivare anche in un ruolo, quello di finto attaccante, che ieri seppur part time ha ricoperto anche in azzurro, scambiandosi spesso la posizione con Insigne, e spostandosi poi prevalentemente sulla destra.

Decisivo col suo gol realizzato col 'solito' sinistro a giro, il Berna ha trovato il secondo centro in 15 presenze: ora però anche il fantacalcio si aspetta un suo ritorno da protagonista. Contro il Genoa, però, non è detto che sia lui a giocare da quella parte: tornerà difatti a disposizione Douglas Costa, e nelle ultime settimane anche Dybala è tornato "di moda" in casa Juventus.

E così come in Nazionale, dove esperimenti a parte due ruoli su tre sono già cristallizzati ( Insigne / Mandzukic a sinistra, Ronaldo / uno tra Immobile, Belotti e Balotelli al centro), per lui nel tridente resta una sola posizione in campo da poter ricoprire con costanza. Appunto, quella sull'out destro. Un ruolo che potrebbe portarlo a vivere un dualismo, almeno in Nazionale, col suo ex compagno Chiesa a sua volta pronto a diventare un punto di riferimento. 

Ora però tocca a lui conquistarsi lo spazio che spera di ottenere: ma non sarà facile. Sia in Nazionale, che nella Juve, la concorrenza è tanta. 

Condividi con i tuoi amici!