SHARE

Roma, le prime parole di Fonseca: "Non mi basta vincere. Mi piace il 4-2-3-1"

Le parole del tecnico portoghese


|

Sono arrivate le prima parole da tecnico della Roma di Paulo Fonseca. Eccole riportate dal sito ufficiale della società: "Sono molto contento, emozionato e fiducioso in vista di questa nuova sfida che mi aspetta. Sin dal primo momento non ho mai avuto dubbi sull'opportunità di venire alla Roma. È un grande club, con grandi tifosi. Ringrazio il presidente Jim Pallotta e Guido Fienga per questa opportunità".

Che Roma aspettarsi: "Prima di tutto coraggiosa, che scenda in campo con lo stesso approccio a prescindere dal fatto che l’avversaria sia una squadra piccola o grande. Dobbiamo costruire una squadra competitiva, che metta in pratica un gioco di qualità, un calcio che renda orgogliosi i tifosi. La qualità del gioco per me è molto importante. Ovviamente vogliamo vincere, l’obiettivo principale è quello, ma allo stesso modo vogliamo metter su una squadra che sappia esprimere un gioco di qualità".

La vittoria non è tutto: "A me non basta solo vincere. Ovviamente mi piace, ma voglio vedere le nostre idee applicate sul campo. Voglio vedere un gioco di qualità, un gioco che possa entusiasmare i tifosi: voglio che dopo le nostre partite tornino a casa dicendo che la squadra ha giocato bene e ha vinto perché è stata coraggiosa".

Sulla Serie A: "Mi entusiasma perché si basa sulla tattica ed è difficile. Ogni settimana, ogni partita rappresentano una sfida importante per l’allenatore. In Italia ci sono tante squadre che lavorano bene, sono molto forti tatticamente e in particolare valide in fase difensiva. Sarà una grande sfida, ma io adoro sfide come queste".

Ci sarà più competizione: "In Italia ci sono tante squadre forti e questa stagione sarà più competitiva delle altre. È tornato Antonio Conte, forse tornerà Maurizio Sarri e ci sono tanti giocatori forti. Le squadre stanno diventando sempre più attrezzate rispetto agli anni passati e questo è importante per il calcio e per i tifosi italiani".

Modulo: "Mi piace giocare con il 4-2-3-1, ma il sistema non è la cosa più importante, contano le dinamiche, i principi fondamentali di un tipo di gioco. Spero di mettere su una squadra molto dinamica".

Condividi con i tuoi amici!