SHARE

Inter e fantacalcio, chi sale e chi scende: Miranda / Lopez, Brozovic / Rafinha, Karamoh / Candreva, Santon / Cancelo, Eder / Icardi

CONTRO IL GENOA PICCOLI AGGIUSTAMENTI PER SPALLETTI, CHE DEVE FARE I CONTI ANCHE CON GLI ACCIACCATI. MIRANDA NON DOVREBBE FARCELA


|

Potrebbe essere un'Inter completamente diversa e rinnovata, quella che dopo la vittoria contro il Bologna ha riscoperto Karamoh e trovato in Rafinha un leader naturale, tecnico, su cui affidarsi per la trequarti.

A complicare i piani di Spalletti si ci sono messi anche diversi, piccoli acciacchi per i suoi effettivi, che dovranno essere rivalutati tutti da qui a 2-3 giorni. Quel che sembra ovvio, ad ancora 5 giorni dalla prossima partita, è che Icardi finalmente ci sarà: non che Eder l'abbia fatto rimpiangere, sinora, ma il capitano è una certezza da cui ripartire.

Chi invece potrebbe saltare, potrebbero essere gli 'epurati'. O addirittura quelli che, per affermazione del tecnico, si sono addirittura autoesclusi: ovvero, Dalbert e Brozovic. Chi continua a nutrire residue speranze di rientrare, invece, sono Santon e Candreva, a riposo nell'ultima partita, e ben sostituiti da Cancelo e dallo stesso Karamoh. C'è poi Gagliardini, che nelle ultime settimane ha perso il posto, a vantaggio di Vecino e Borja Valero che sembrano sempre più favoriti a ricoprire i due posti davanti alla difesa.   

Questione difesa: a Marassi non ci sarà Miranda per una elongazione, mentre al suo posto dovrebbe recuperare Lopez, che ha rimediato solo una contusione. Punta invece a farcela Perisic (problema alla spalla), che avrà sì un futuro da mezzala, come sostiene il tecnico certaldino, ma che dovrebbe tornare alto a sinistra.

E sulle corsie? D'Ambrosio potrebbe tornare a destra, con Santon - più predisposto a coprire rispetto a Cancelo - dall'altra parte. E poi c'è Rafinha: sta bene, benissimo, e sembra davvero l'uomo ideale per fare da collante tra centrocampo e attacco. Ma non ha ancora i 90' nelle gambe: ad oggi dovrebbero essere circa 55'-60' quelli che lo staff medico gli concederà. Quindi, potrebbe essere impiegato dal 1' e poi sostituto da Gagliardini. Oppure, entrare ancora una volta - sarebbe la quarta - nella ripresa. Spalletti ci penserà ancora. Così come anche sul nuovo dualismo, Karamoh / Candreva, che gli si spalanca all'orizzonte.


Ti è piaciuto questo articolo? Dillo ai tuoi amici!