SHARE

Inter, Marotta: "Futuro Icardi? Dipende anche dalla sua volontà. Spalletti ha due anni di contratto"

Le parole dell'amministratore delegato nerazzurro


|

Lunga intervista rilasciata da Beppe Marotta, amministratore delegato dell'Inter, ai microfoni di Radio Uno nel corso di Radio Anch'io Sport. Argomento principale,ovviamente, Icardi: "Icardi può restare all'Inter?Le percentuali sono difficili da fare nel calcio. Il ragazzo sta acquisendo una grande esperienza professionale. E' una risorsa importante per il club. Ha un contratto ancora di due anni e al di là dei rinnovi di rito, è uno dei migliori giovani attaccanti in circolazione. Tutte le valutazioni verranno fatte al momento giusto. La volontà della società è importante, ma è fondamentale anche quella del giocatore". 

ICARDI-PERISIC - "Quello che noi abbiamo gestito, è una situazione che fa parte delle dinamiche della storia del calcio. Ci sono trenta giocatori che non devono essere amici per forza, l'importante è che siano sempre professionisti seri e che facciano di tutto per raggiungere l'obiettivo prefissato. Il gesto di ieri dimostra l'unità dello spogliatoio".

L'ALLENATORE DEL FUTURO - "Spalletti ha ancora due anni di contratto. L'Inter sta viaggiando assolutamente in linea con gli obiettivi. Abbiamo gli stessi punti ma con due posizioni in più rispetto all'anno scorso. Spero che possa raggiungere in pieno l'obiettivo prioritario. Spalletti non è un novellino di questa professione, con i fatti ha dimostrato di valere questo ruolo".

ESPERIENZA ALL'INTER - "I primi mesi interisti? Un po' di difficoltà di inserimento c'è stata. Il passaggio da una società all'altra è sempre difficile perché cambia tutto. Per me che da 41 anni faccio questo lavoro cambiando poche società, direi che è una cosa abbastanza normale.I prossimi miei cinque anni all'Inter? E' molto più facile avere successo in Champions, anche se la differenza sostanziale tra Europa e Serie A è un torneo con avvenimenti che ti possono aiutare come sorteggi o forma fisica. A livello nazionale i valori assoluti vengono fuori e quindi è più difficile. Si può lottare però per dare fastidio". 

MERCATO - "La volontà della famiglia Zhang è quella di migliorare le performance di anno in anno. noi dovremo cercare di puntellare questa rosa, acquistando calciatori con filosofia vincente. Stiamo trattando con Godin che impersonifica questo valore. Dobbiamo trovare calciatori che possano condizionare anche i compagni di squadra. La famiglia Zhang vuole fare bene, nonostante ci siano i paletti del fair play finanziario che non ci lasciano carta bianca".

DYBALA-ICARDI - "Dybala-Icardi? Il valore del nostro attaccante è palese, d'altro canto, anche se in un momento di involuzione nel rendimento, Dybala è un calciatore molto forte anche umanamente. Al di là del dna che si porta dietro un calciatore, la differenza la fa l'uomo. E' un professionista serio, come lo è del resto Icardi che essendo giovane deve comunque ancora crescere".

Condividi con i tuoi amici!