SHARE

Napoli, De Laurentiis: "Scudetto? Competiamo per vincere. Sarri è sereno, se gli altri si rinforzano mi fa piacere..."

le parole del presidente degli azzurri direttamente dal ritiro in val di sole


|

Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, ha commentato così ai microfoni di Radio Kiss Kiss il ritiro degli azzurri a Dimaro:

ENTUSIASMO DEI TIFOSI – "Entusiamo strepitoso? Oggi c'erano tantissimi tifosi, ce ne saranno tanti altri. C'è grande entusiasmo perché la squadra giocava molto bene, e ha delle integrazioni tra chi ha giocato meno e altri come il francesino Ounas che mordeva la porta. Secondo me si è inserito molto bene, Sarri l'ha messo subito in campo e sono felice. Vedo Sarri sereno, un altro uomo molto tranquillo e sicuro di se stesso e della squadra. Non è preoccupato, anzi se gli altri si rinforzano mi fa piacere. Dovremo arrivare con Tavecchio alle 16 squadre in Serie A, e magari una sola retrocessioni così da riformulare una B e una C più forte: abbiamo bisogno anche di giocatori che arrivino non solo dal vivaio ma anche dalle serie inferiori"

NAPOLI PROTAGONISTA – "Quello familiare è sempre stato il mio modello, ci sto forse riuscendo anche calcisticamente: sarebbe una grande vittoria, il calcio a Napoli soprattutto è una cosa fondamentale e noi dobbiamo - non parlo per i napoletani juventini, ma per quelli doc - dare di più. Il golfo di Napoli perché è bello? Sembra che Capri e Ischia chiudano il cerchio, sembra sfuggire l'orizzonte del mare. Siamo una realtà circoscritta, e dobbiamo trovare una bandiera per svettare anche in altri settori. Napoli deve essere protagonista in Italia e nel mondo"

SCUDETTO – "Si diceva sempre che non bisognava pronunciare la parola per scaramanzia, invece è normale che uno competa per vincere. Ho sempre pensato a questo, in ogni campo in cui ho operato. Ho sempre immaginato di vincere, anche a scuola nella mia classe con le pagelle: la meritocrazia ci contraddistingue come desiderio, poi se vogliamo appiattire perché la mediocrità deve regnare, allora diciamo che siamo tutti uguali senza mettere le medaglie. Ma così non si va avanti"

L'AMICHEVOLE CONTRO IL TRENTO – "Chiriches? Un gol incredibile, una pennellata che ci ha lasciati stupiti. Il portiere era pure alto. Il Trento mi ha impressionato, giocavano ardimentosamente e non era scontato segnare tanti gol. Sono belle queste formazioni sperimentali, così vedi chi è più forte tra il primo ed il secondo tempo. Mi piace molto, bravo Sarri"


Ti è piaciuto questo articolo? Dillo ai tuoi amici!