SHARE

Lazio, cori razzisti contro Bakayoko, tifosi milanisti scatenati sui social

Spunta il Video, ma non c'è traccia di segnalazionE al giudice sportivo, nel giorno della Chiusura delle indagini della procura federale sul francese e Kessié


|

Capitolo pessimo nella brutta storia partita dall’esposizione della maglia di Acerbi da parte di Bakayoko e Kessie dopo Milan-Lazio, quello consumatosi ieri nella Curva Nord biancoceleste in occasione del recupero tra i capitolini e l’Udinese, vinto dalla squadra di Inzaghi per 2-0: “Questa banana è per Bakayoko”, hanno intonato dalla curva laziale all’indirizzo del centrocampista milanista, attualmente sotto indagine da parte della procura FIGC assieme al compagno di squadra.

Le immagini del coro razzista stanno facendo il giro dei social, e nella giornata in cui arriva la notizia che il club rossonero non patteggerà eventuali sanzioni che dovessero arrivare sui due giocatori, monta la polemica negli ambienti del tifo rossonero e sugli stessi social, anche perché del coro non c’è traccia nel referto consegnato dagli ispettori federali al giudice sportivo: “Pecoraro, ora dove sei?” pungono alcune testate di informazione rossonera all’indirizzo del procuratore federale, zelante invece al momento di intervenire sulla provocazione dei due centrocampisti rossoneri, mentre sui social c’è chi chiama in causa anche il sottosegretario Giorgetti, chi parla di due pesi e due misure e di ingerenze sugli organi di giustizia sportiva. Un caso già di per sé spinoso, scivolato adesso se possibile in una sfera ancora più becera e ben più problematica: quella del razzismo.

Condividi con i tuoi amici!