SHARE

Roma, Schick: "Monchi piaceva a tutti. Ci è mancato un rigore contro il Porto"

Le parole dell'attaccante ceco


|

Convocato dalla Repubblica Ceca, l'attaccante della Roma Patrik Schick è stato intervistato da iSport e ha parlato dell'eliminazione della Champions League: "È un peccato, soprattutto dopo la semifinale dello scorso anno. Volevamo andare avanti e abbiamo trovato il Porto, un avversario giocabile. Dopo la prima gara sembrava che potessimo davvero passare. Sono ancora dispiaciuto".

Manca un rigore alla Roma: "Eppure era visibile dagli schermi. Dopo il rigore dato al Porto, ero convinto che l’arbitro sarebbe andato al VAR visto che in quel caso l’ha fatto. Non abbiamo capito perché non abbia nemmeno guardato. Ha ricevuto alcune informazioni e basta. Eravamo molto delusi e non abbiamo compreso perché non abbia nemmeno guardato in un momento così importante nei minuti finali".

Sull'arrivo di Ranieri: "Non è mai piacevole quando un allenatore se ne va e altre persone perdono il lavoro. Un dottore, l’allenatore, il suo staff, un fisioterapista, queste persone se ne sono andate. E anche Monchi. Ranieri, il nostro tecnico, sta provando a infonderci positività, a ripulire un po' l'ambiente, e gli sta riuscendo. Il suo primo compito è stato quello di sistemare l’ambiente e rimettere insieme i pezzi".

L'addio di Monchi ha colpito: "Ha colpito tutti, non ci aspettavamo che se ne andasse. Era un direttore sportivo molto onesto, ci sosteneva e ci difendeva sempre. Ci ha sorpreso molto, sono dispiaciuto che ci abbia lasciato. Piaceva a tutti, nessuno aveva alcun problema con lui. Ogni giorno ci seguiva in allenamento, chiunque aveva un problema poteva andare da lui".

Condividi con i tuoi amici!