SHARE

Lite Kessie-Biglia, Gandini lapidario: "Le multe non servono, i calciatori vanno toccati nell'orgoglio"

L'ex Milan dice la sua sull'acceso diverbio nel derby dell'ultima giornata


|

In attesa che il Milan prenda una decisione ufficiale in merito (si parla di una possibile esclusione punitiva contro la Sampdoria), la lite tra Kessie e Biglia durante il derby perso con l'Inter prima della sosta continua a far parlare. L'ultimo a dire la sua è stato Umberto Gandini, ex dirigente rossonero, attraverso le colonne del Corriere della Sera: "E' stata eclatante perché si è celebrata in diretta tv. Un po’ come quando, ai miei tempi alla Roma, Nainggolan mostrò il video del suo Capodanno su Instagram. Anche se risulta difficile da capire, un fatto diventa più grave quando tutti lo vedono. Le sanzioni che una società applica non devono necessariamente finire su un comunicato stampa. Maldini, Leonardo e Gattuso gestiranno la vicenda senza pubblicità. Del resto le multe lasciano il tempo che trovano, toccare un calciatore nell’orgoglio è più efficace".

Condividi con i tuoi amici!