SHARE

Giappone sfida Belgio. CT Nishino: "Rigori? Non ci alleniamo, non penso sia utile"

IL COMMISSARIO TECNICO NIPPONICO SPIEGA LA SUA FILOSOFIA SUI CALCI DI RIGORE


|

Già due partite di questi ottavi di finale dei Mondiali sono finite ai calci di rigore con la clamorosa eliminazione della Spagna. Ci vuole un allenamento specifico per queste situazioni? Non la pensa così il commissario tecnico del Giappone, che questa sera affronterà il Belgio. Alla domanda di un collega nipponico, nella conferenza stampa della vigilia, Nishino ha risposto: "Sui rigori non ci siamo allenati. Poi, se uno vuole, può farlo da solo anche perché non penso che sia molto utile. E' impossibile ricreare la tensione che i calciatori provano quando quel rigore lo dovranno calciare per davvero".

La nazionale asiatica è una delle sorprese fino ad ora, avendo superato il turno nonostante un girone non agevole con Polonia, Colombia e Senegal. Contro il Belgio il pronostico è sfavorevole, ma le sorprese fino ad ora non sono mancate. Domandare, appunto, alla Spagna. 

Condividi con i tuoi amici!