SHARE

Gioia Croazia, rimpianto Kalinic. L'agente: "Un anno non andato bene, dimostrerà il suo valore"

il procuratore del croato estromesso dalla Nazionale dopo l'esordio con la Nigeria: "Di mercato non parlo"


|

Festa grande in Croazia per la qualificazione della Nazionale di Dalic alla finalissima di Russia 2018 contro la Francia, domenica pomeriggio. Festa per tutti, a parte forse chi avrebbe potuto far parte del gruppo, ma ora è a guardare i compagni giocarsi una partita che rappresenta l’apice della storia sportiva del giovane Paese balcanico, vale a dire Nikola Kalinic.

A raccontare il momento dell’attaccante del Milan, reduce dal suo annus horribilis e dall’allontanamento dalla Nazionale, è il suo agente Tomislav Erceg: “É inutile parlare oggi dell'allontanamento di Nikola Kalinic dalla Croazia: quel che è stato è stato, la vita va avanti. É un giocatore del Milan, purtroppo quest'anno non è andata bene: dimostrerà presto il suo valore ma non parlo di mercato”.

A Radio Sportiva l’agente del croato parla anche della finalissima in arrivo: “Nelle ultime tre partite la Croazia ha giocato sempre 120' e ha dimostrato grande carattere. Modric da Pallone d'Oro? Ci speriamo: ha fatto tanto per il Real Madrid e per la Nazionale. Rispetto al passato la Croazia ha i migliori giocatori nell'età giusta, nè giovani nè vecchi, e questo sta facendo la differenza. Legame con la Serie A? É sempre stato così, da oltre vent'anni i croati vanno a giocare in Italia”.


Ti è piaciuto questo articolo? Dillo ai tuoi amici!