SHARE

Italia, per Lippi l'azzurro è vivo: "Nessuna crisi, solo 20 giorni di blackout. Il calcio italiano ha tanti giovani bravi"

l'ex ct liquida come passeggero lo choc con la Svezia: "Affrontiamo il futuro con fiducia!


|

Sarà un’estate difficilissima per i tifosi italiani, che assisteranno da spettatori al primo Mondiale senza l’Italia negli ultimi 60 anni. Ma per Marcello Lippi, ultimo ct ad aver alzato la coppa del Mondo alla guida degli azzurri, prima della debacle del 2010 che di fatto ha aperto un decennio scurissimo per la nostra Nazionale, non vede tutto nero. “Gli azzurri hanno fatto due anni spettacolari, nel girone della Spagna”, afferma l’ex ct a Premium Sport. “Poi hanno avuto 20 giorni di black-out e hanno perso con la Svezia. Ecco cosa è successo, il calcio italiano non è in crisi”.

Dunque secondo Lippi solo la sfortuna di aver beccato i playoff nel momento più complicato: il futuro non è così tremendo per il viareggino. “Rosichiamo giustamente perché non andremo ai Mondiali", spiega Lippi, "ma affrontiamo il futuro con fiducia perché abbiamo tanti giovani bravi”.


Ti è piaciuto questo articolo? Dillo ai tuoi amici!