Editoriale
 Gennaro Gattuso (GETTY)
 Gennaro Gattuso (GETTY)
RubricheEditoriale

|


Il Milan, quindi, in Europa ci sarà. In quella dei piccoli, ovviamente, perché è ancora questa la dimensione corretta per una squadra che, tanto a livello societario quanto a livello strettamente sportivo, ancora non è quella che fu e che ambisce, legittimamente, a ricominciare a essere. Giusto, o sbagliato, non sta certo a noi dirlo. S'è espressa la Commissione giudicante della UEFA prima, il Tribunale Arbitrale dello Sport poi: e, quest'ultimo, ha decretato che "la decisione dell’Adjudicatory ...

Editoriale
Mondiali 2018: il bilancio (getty)
Mondiali 2018: il bilancio (getty)
RubricheEditoriale

|


Se n'è andato anche questo. E per il prossimo servirà attendere ancora una vita, lunga 4 anni. Anzi, 4 e mezzo, visto che si giocherà in inverno. Del Mondiale 2018 ricorderemo relativamente poco: è stato - e non ci si taccia di essere come la volpe nel caso dell'uva - scarsamente combattuto, ricco di stelle ma avaro di giocate da scolpire nella mente e nel cuore (nonostante quanto ripetano gli spot TV). Un po' come quello 2014, in verità. Ma resta un Mondiale di calcio, e in quanto tale non può ...

Editoriale
Cristiano Ronaldo (getty)
Cristiano Ronaldo (getty)
RubricheEditoriale

|


"Alessandro [Del Piero, n.d.r.], sei stato il mio modello, il campione che ho sempre ammirato e al quale ho fatto riferimento. E' sempre stato il mio giocatore preferito. Un peccato non averci mai giocato insieme"[Cristiano Ronaldo, 2011] Probabilmente, quando verrà presentato, a Torino, tra qualche giorno, lo ripeterà. Ebbene sì: è Pinturicchio l'idolo di CR7. E così come Alex fu idolo dell'intera tifoseria bianconera sino a qualche anno fa, oggi il circolo sta per chiudersi. Con la trasposi...

Editoriale
Vecchi e nuovi mostri sacri (getty)
Vecchi e nuovi mostri sacri (getty)
RubricheEditoriale

|


I gol di Maradona contro l'Inghilterra. Quelli di Pelé nella finale del '58 e del '70. Le mirabilie di Baggio nel '90 e nel '94. La doppietta di Ronaldo - quell'altro, che oggi sembra molti abbiano dimenticato - alla Germania nel 2002. L'inserimento letale di Iniesta nei supplementari della finale 2010. I silenzi di Messi e di Ronaldo - quello 2.0 -, che pur avendo superato i miti del passato sotto ogni punto di vista, per quanto concerne le rispettive esistenze calcistiche nei club, non sono ma...

Editoriale
Toni Kroos, il salvatore (getty)
Toni Kroos, il salvatore (getty)
RubricheEditoriale

|


Vedere il Mondiale sul divano, senza mal alzarsi dal divano, né per esultare né tanto meno per urlare la propria rabbia, è davvero un'esperienza metafisica. Non c'è pre-partita, partita, salotto TV o commento tecnico che io riesca a guardare con trasporto. Ha tutto un agrodolce sapore patinato e documentaristico, che rende l'atmosfera quasi surreale. Niente birre in bilico sul tavolino, niente frammenti di patatine a rendere imbarazzante il pavimento, né infradito a calpestare le suddette bricio...


TWITTER

FACEBOOK

INSTAGRAM

Instagram

VIVA LA FG