nei cinque maggiori campionati europei ci sono diversi calciatori che preferiscono andare sul sicuro prima di scagliare in porta l'ennesimo pallone.


Dopo aver dato uno sguardo, la scorsa settimana, ai calciatori che in Europa calciano più spesso da fuori area, per completezza di informazione è giusto dedicare la stessa attenzione anche al dato riferito al numero di tiri effettuati dall'interno dell'area di rigore, terreno di caccia preferito dai grandi bomber. Calciare da posizione ravvicinata, è risaputo, aumenta notevolmente le possibilità di centrare il bersaglio grosso, ma, al tempo stesso, espone gli attaccanti ad una brutta figura, con...



Una conclusione da fuori area può essere spesso decisiva ai fini del risultato finale, soprattutto in partite bloccate, in cui le squadre fanno grande densità all'interno della propria area di rigore per prevenire la creazione di palle gol troppo vicine al bersaglio grosso. Avere in casa uno specialista delle conclusioni dalla distanza può rivelarsi quindi un'arma importante, ma allo stesso tempo, in serate non ispiratissime, non è raro vedere un calciatore sommerso dai fischi dopo l'ennesimo ti...



Negli ultimi anni sono diventate piuttosto famose le intese fra alcuni compagni di squadra, come quella che ad esempio intercorre fra Lorenzo Insigne e Josè Callejon, collegati da un filo invisibile che ne coordina movimenti e pensieri nei pochi istanti in cui si decide che cosa farne di un pallone fra i piedi. Non è raro trovare compagni di squadra legati fra loro da un livello di empatia e affinità calcistica fuori dal comune, pronti a scambiarsi ad ogni occasione utile l'occhiata fulminea che...



Qualche anno fa, quando il calcio, soprattutto negli anni '80, era un gioco più rude rispetto a quello che siamo abituati a vedere oggi, si era soliti assistere a partite piuttosto spezzettate, in cui la maggiore preoccupazione dei difensori non era quella di impostare il gioco con dei precisi passaggi taglia-linee, ma semplicemente fermare con le buone e soprattutto con le cattive i giocatori avversari. Al giorno d'oggi, invece, le squadre che decidono di adottare una strategia "all'antica" div...



Perdere un pallone in una zona nevralgica di campo può essere sanguinoso, ed il responsabile dell'errore spesso si vede appioppare, oltre agli improperi di tifosi ed allenatore, dei voti piuttosto bassi al termine dell'incontro. La tendenza di alcuni movimenti calcistici europei ad un pressing forsennato in determinate fasi della partita ha portato, negli ultimi anni, ad un incremento del numero di palloni persi (e quindi anche recuperati) piuttosto consistente. Tra quelli che meno hanno giovato...



In un calcio sempre più tattico, votato al gioco posizionale, con spazi congestionati e difese super attente che studiano per giorni i propri avversari prima di ritrovarseli davanti, sta diventando sempre più difficile trovare giocatori capaci di saltare l'uomo, creando quella famosa "superiorità numerica" che è stata una chiave tattica fondamentale nei decenni scorsi. Diversi giocatori, inoltre, sono stati ormai indottrinati, dai loro allenatori, con la cultura del singolo al servizio della squ...



TWITTER

FACEBOOK

INSTAGRAM

Instagram

VIVA LA FG