SHARE

EURO STAT CORNER - I giocatori più scorretti d'Europa

un piccolo viaggio fra i cinque maggiori campionati europei alla ricerca dei giocatori più sanzionati: occhio alle caviglie


|

Dopo aver fatto diverse panoramiche incentrate sui giocatori che tendono maggiormente a portare bonus e buone prestazioni, questa settimana è arrivato il momento di dare un'occhiata ad alcune voci statistiche negative da sempre fondamentali per i fantellnatori più navigati: i cartellini gialli, i cartellini rossi ed il numero di falli medio di diversi calciatori sparsi per i cinque maggiori campionati europei. Evitare interpreti dal cartellino facile è da sempre prerogativa di chi vuole ambire alle posizioni più alte della propria fantalega, perchè un cartellino, oltre al malus che ne deriva, è spesso foriero di prestazioni non ai massimi livelli. Ricordando ancora una volta che il voto delle Euroleghe è un voto di tipo statistico, va da sè che un alto numero di falli non può che contribuire a tirare verso il basso il voto di un calciatore, mentre calciatori più puliti potrebbero essere più appetibili sia in fase di asta che durante la scelta dell'undici titolare il venerdì pomeriggio. Occhio però: non sempre chi evita falli fa la cosa giusta...

In Premier League ci sono diverse situazioni interessanti da analizzare: prendendo ad esame la classifica dei cartellini, appare evidente come molti dei giocatori più ammoniti del campionato, come Maguire, Kane ed Alexander-Arnold. abbiano raccolto un numero di cartellini decisamente alto rispetto al numero di falli (parliamo di 3 cartellini a testa su un totale di 7. 8 e 7 falli complessivi, praticamente un giallo ogni 2/3 falli!), per cui è ragionevole pensare che questa media sia destinata a calare nel medio-lungo periodo. Il calciatore complessivamente più falloso/sanzionato di tutti è Granit Xhaka, che si è visto sventolare in faccia per 4 volte il cartellino giallo a fronte di 18 falli commessi. Piuttosto ruvido anche il gioiellino dei Wolves Ruben Neves, autore di 15 falli corredati da 3 gialli. Molto fallosi, anche se poco sanzionati, anche Pogba (19 falli, 1 giallo) e Lacazette (18 falli, quasi tutti commessi durante azioni di pressing alto, e 0 gialli). 

Educati sin da piccoli.

+

Nella Liga c'è tanto Atletico Madrid nella lista dei cattivi: Juanfran è il giocatore più ammonito di tutti con ben 5 gialli (anche se con soli 7 falli complessivi), seguito a ruota dal compagno di squadra Koke a quota 4, con un numero di falli che però è praticamente doppio (15). Piuttosto ruvido l'inizio di stagione di Ever Banega, anche lui a quota 4 ammonizioni con 16 falli fatti: sono lontani i tempi in cui l'argentino era un calciatore tutto estro e fantasia. E' però Raul Garcia dell'Atletico Bilbao il giocatore più aggressivo di Spagna, sebbene non raggiunga i 5 gialli di Juanfran e si fermi "solo" a 4: il numero di falli è pari a 28, il dato più alto fra i cinque maggiori campionati europei. Considerati gli anni trascorsi a Madrid, sponda Atletico, sembrerebbe che un po' di Cholismo gli sia rimasto nel subconscio.

In Serie A Criscito e Koulibaly sono i giocatori più sanzionati con 4 gialli a testa (con, rispettivamente, 10 e 16 falli) ma le loro medie voto fanno capire come spesso anche qualche giallo di troppo non vada a inficiare troppo il voto finale se le altre voci statistiche sono più che valide. Molto fallosi anche Alex Sandro (18 falli, con 3 cartellini gialli) ed il motorino umano che risponde al nome di Allan (16 falli e 3 gialli), ma anche in questo caso si sta parlando di giocatori spesso al di sopra della sufficienza per tutto quello che riescono a combinare in campo al di fuori dei numerosi falli.

In Bundesliga piuttosto indisciplinati i giocatori del Wolsfburg, con Camacho e William entrambi a quota 3 cartellini, sebbene il volume di falli sia abbastanza diverso (15 falli per il centrocampista, 9 per il terzino). Tanti falli (17) e qualche cartellino di troppo (3) anche per Mario Gomez, che conferma il trend che vede gli attaccanti dei vari campionati europei abbastanza in alto nella classifica dei falli commessi. Moltissimi allenatori richiedono ormai un primo pressing ad alta intensità ed a risentirne a livello di malus fantacalcistico sembrano essere maggiormente proprio gli attaccanti, a cui è sempre più demandato il compito di aggredire le linee di passaggio ed i destinatari del pallone anche a costo di commettere qualche fallo di troppo. 

Infine, in Ligue 1 il giocatore più indisciplinato è Luiz Gustavo, autore di 13 falli contornati da ben 5 ammonizioni (anche per lui il rapporto falli/ammonizione è abbastanza sbilanciato, e resta da capire se sia cambiato qualcosa nel metro arbitrale a livello europeo o se, semplicemente, diversi calciatori non riescano proprio a fare a meno di entrare in maniera ruvida sulle caviglie degli avversari). Dietro di lui Dante (4 gialli, 12 falli) ed Adrien Rabiot, che con i suoi 21 falli (e 3 ammonizioni) si issa al primo posto della classifica francese dei giocatori con più falli commessi.

Sarà anche indisciplinato, ma un giocatore che quando segna non sa nemmeno come esultare andrebbe preso comunque.

+

Ogni fine settimana, i nostri fantallenatori sono chiamati a misurarsi con avversari più o meno forti (e fortunati..), con un unico obiettivo nella mente: la vittoria. Che sia la prima o l'ultima giornata, poco importa. La vittoria è il traguardo che tutti inseguono, anche quando il fantacalcio non è più solo nazionale.

Con l'introduzione delle Euroleghe, lo spettro delle variabili da prendere in considerazione per i fantallenatori è sicuramente più ampio e variegato rispetto a quello della sola Serie A, campionato che in molti conoscono come le proprie tasche.

Uno dei modi principali per mettere ordine in questo caos complessivo è quello di affidarsi ai numeri, spesso freddi e di difficile interpretazione, ma che costituiscono un punto di riferimento importante quando si parte per una nuova avventura. Ed è proprio in questo contesto che lo Stat Corner formato europeo può diventare una risorsa preziosa per tutti i fantallenatori attenti alle statistiche ed alla loro interpretazione.


Ti è piaciuto questo articolo? Dillo ai tuoi amici!