SHARE

TOP11 dei FANTA-EX: la dura legge del +3 di chi ha il dente avvelenato. 25a giornata

QUANTE VOLTE AVETE PENSATO "SCHIERO QUESTO E NON QUEST'ALTRO PERCHÉ È UN EX, E GLI EX SEGNANO SEMPRE"? BEH, UN AIUTO VE LO DAREMO NOI. E TUTTE LE SETTIMANE


|

L'ex più "fresco", per motivi squisitamente temporali. Quasi anomalo, visto che dal giorno in cui Martin Caceres ha messo piede a Verona, tutti (lui compreso) sapevano che l'esperienza in gialloblù sarebbe stata provvisoria. Anzi, 'effimera' forse è il termine più congeniale in questo caso. Appena sei mesi, il tempo necessario e sufficiente per la Lazio per aggirare il problema delle due caselle più occupate da extracomunitari (Marusic e Caicedo, due dei volti nuovi arrivati in estate). E dal mercato invernale ecco il rinforzo 'prenotato': ancora una volta Tare c'ha visto lungo. Il centrale uruguaiano classe 1987 serviva come il pane alla squadra biancoceleste. Non è ancora un titolare fisso nella difesa a tre di Inzaghi, ma probabilmente lo diventerà molto presto viste le altalenanti prestazioni di Bastos e Wallace. Considerato soprattutto quanto fatto vedere dal diretto interessato agli ordini di Pecchia: costanza di rendimento, efficacia in fase di copertura, pericolosità offensiva. Insomma, un giocatore completo, che può dare ancora tanto al nostro calcio e ad alti livelli. Verona tappa breve ma intensa: nulla succede per caso.


Quando si affronta il binomio Iago Falque - Juventus, l'interrogativo che sorge spontaneo e che si ripropone ogni volta che le loro strade si incrociano resta puntualmente senza risposta. E cioè: chi dei due ha i maggiori rimpianti per non aver percorso almeno parte del proprio cammino insieme? Di sicuro, entrambi ci hanno perso. L'esterno ex Roma, perché in bianconero non ha potuto e, forse, non è riuscito a imporsi come avrebbe voluto, facendosi di fatto sfuggire di mano la chance di essere un titolare e di vincere qualche trofeo importante. La Vecchia Signora, perché quello che sta facendo vedere questo giocatore da ormai diversi anni in Serie A è meritevole di palcoscenici per palati fini. Fatto sta che lo specialista di Vigo classe 1990, cresciuto nelle giovanili bianconere oltre che in quelle di Real Madrid e Barcellona, alla fine non ha mai debuttato in prima squadra. Finendo con l'imporsi soprattutto col Genoa e, adesso, a Torino, ma sulla sponda granata. Un ex fino a un certo punto, ma vuoi mettere la soddisfazione di far gol a una delle squadre più forti del calcio contemporaneo?

Caceres realizza il gol che chiude la gara
(Spal-Verona 0-2 - 10 dicembre 2017)

+
Iago Falque a contrasto con Tchani
(New York Red Bulls-Juventus 3-1 - 23 maggio 2010)

+
In porta c'è Marco Sportiello: tre anni e mezzo all'Atalanta, prima esperienza in carriera in A, prima del salto verso Firenze.


Difesa a quattro completata da Matias Silvestre (4 presenze e 1 gol col Milan nel 2014), Alessio Romagnoli (un anno molto positivo a Genova in prestito dalla Roma) e Cristian Molinaro (tre stagioni alla Juventus).

Centrocampo a tre composto da Alberto Grassi (meteora del Napoli da gennaio a giugno del 2016), Tòmas Rincon (in prestito dai bianconeri, destinato a essere riscattato dal Toro) e Diego Laxalt (portato in Italia proprio dall'Inter).

Sulla trequarti troviamo Josip Ilicic: quattro annate un po' altalenanti in viola, 29 marcature complessive.

In attacco al fianco di Iago Falque c'è Goran Pandev: tanti trofei vinti con l'Inter, in primis la Champions League del 2010.

Top 11 Fanta-Ex - 25a giornata

+

C'è la dura legge del gol, ma anche la dura legge dell'ex. Ed, ovviamente, anche quella che più ci interessa: ovvero la dura legge del gol dell'ex.

Quanti di voi, nello schierare la fantaformazione, almeno una volta - se non spesso - vi siete ritrovati a dover scegliere tra due calciatori praticamente equivalenti a livello fantacalcistico, ed avete pensato "Si, però Tizio è un ex. E magari...".

Già. Perché da che mondo è mondo, anche se non verificata a livello statistico, esiste una legge non scritta che dice che l'ex punisce sempre. Vero? Falso? Solo il futuro può dirlo. Quel che è certo è che, vista anche la frenesia del calciomercato italiano, di settimana in settimana in Serie A decine di ex incontrano le loro vecchie squadre, e col dente più o meno avvelenato. Ecco perché, ad ogni turno di campionato, e solo qui su Fantagazzetta, convinti di farvi cosa gradita, proveremo a proporvi addirittura un undici di ex "consigliabile" in sede fantacalcistica.


Ti è piaciuto questo articolo? Dillo ai tuoi amici!