SHARE

Fg Young - Saranno Famosi: Nico Elvedi, una giovane guardia svizzera

il difensore elvetico, 20 anni da compiere a breve, ha già esordito in nazionale maggiore e gioca titolare in bundesliga


|

Quando si nasce e si cresce a Zurigo è possibile che si diventi giocatori di hockey su ghiaccio (lo ZSC Lions, la locale squadra, è stata anche Campione d'Europa nel 2010) oppure manager bancario. Però si può diventare anche calciatori molto, molto promettenti: è il caso - o la storia - di Nico Elvedi, giovane difensore che si sta velocemente imponendo nel calcio "dei grandi" dopo aver spopolato a livello giovanile. 
A dispetto del nome vagamente balcaneggiante, è svizzero purosangue: "Il presidente dello Zurigo ci ha chiesto se venivamo dai Balcani, gli ho risposto che siamo nativi del canton Grigioni" è il racconto del padre, orgoglioso del figlio Nico, che ha scavalcato in talento e bravura il fratello-gemello Jan, che milita nella Serie B svizzera con Winterthur. 
Andiamo a scoprire nel dettaglio chi è Nico Elvedi.

CHI È - Nato, come dicevamo, a Zurigo il 30 settembre del 1996, Nico Elvedi gioca nel Grafensee da bambino e già nel 2006 entra a far parte del settore giovanile della squadra della sua città, dove fa tutta la trafila prima di arrivare tra gli "Under 21" nel marzo 2013: in quel momento ha 16 anni. 
Le tappe vengono bruciate in fretta: l'anno dopo è in pianta stabile nella compagine giovanile più importante, poi si toglie lo sfizio di esordire in prima squadra nelle ultime due giornate di campionato, contro Losanna e Aarau. 
Nel 2014/15 la consacrazione: a 18 anni gioca 5 partite con la selezione U21, poi va tra i "grandi" in maniera definitiva e contribuisce in maniera determinante alla causa dello Zurigo, giocando tanto in campionato e collezionando presenze anche in Europa League e in Coppa di Svizzera. 
Richiama così le attenzioni di club di prima fascia europei e si trasferisce al Borussia Mönchengladbach per quattro milioni di franchi svizzeri: l'inizio è in sordina (un infortunio, le presenze in seconda squadra), poi le gerarchie vengono scalate in fretta ed Elvedi s'impone in prima squadra, giocando tanto in Bundesliga e scendendo in campo anche in Champions League. 
A fine stagione arriva la chiamata della Svizzera: Petkovic, dopo averlo fatto esordire in amichevole col Belgio, lo vuole con sé nella rosa di Euro2016. A fargli posto è addirittura l'ex Milan Senderos, ormai una colonna della nazionale elvetica. Elvedi non scenderà in campo, ma vivrà un'esperienza che gli tornerà utile. 
E mentre inizia la stagione 2016/2017 giocando sempre nel 'Gladbach, risuonano le parole di Urs Meier, suo tecnico allo Zurigo, pronunciate quando Nico, a 18 anni, era nella sua squadra ed era capitano dell'Under 19 svizzera: "Ha tutto il necessario per un grandissimo futuro: ha qualità fuori dal comune".
Quel futuro è adesso.  

RUOLO E CARATTERISTICHE TECNICHE - Difensore centrale, alto 1.88 per 78 kg, ha una gran prestanza fisica, ma anche una buona mobilità e una discreta tecnica, qualità che gli permettono di essere impiegato come terzino in caso di necessità. Solitamente impiegato in una linea difensiva a 4, sfruttando proprio le doti tecniche ha giocato anche come mediano davanti la difesa e ha dimostrato di essere molto abile nell'unire alla fisicità la giusta rapidità per essere un ottimo centrale di destra in una difesa a 3.
L'altezza e una buona scelta di tempo gli permettono di essere insidioso in occasione di corner e punizioni laterali, quando si spinge in avanti costantemente per sfruttare i colpi di testa. 

STATISTICHE - Riassumiamo in una tabella presenze, reti e assist di Nico Elvedi.

In Nazionale conta una presenza con la selezione maggiore, una con l'Under 21, 2 con l'Under 20 e 19 in Under 19 (di cui è stato capitano).

*sono escluse le presenze con la seconda squadra e le giovanili.

SQUADRACOMPETIZIONE - STAGIONEPRESENZEGOLASSIST
B. MönchengladbachBundesliga 2016/171--
B. MönchengladbachPreliminari CL 2016/172--
B. MönchengladbachBundesliga 2015/1621-2
B. Mönchengladbach
Champions League 2015/162--
B. MönchengladbachCoppa di Germania 2015/161--
ZurigoSuper League 2014/151611
ZurigoCoppa di Svizzera 2014/153-1
ZurigoEuropa League 2014/155-1
ZurigoSuper League 2013/142--

PERCHÉ TENERLO D'OCCHIO - Perché compie 20 anni a fine settembre ed ha già esperienza in un campionato probante come la Bundesliga e in una squadra di fascia alta come è il BorussiaMönchengladbach. Ha giocato in Europa League con lo Zurigo e in Champions League coi tedeschi, dimostrando di avere numeri anche sul palcoscenico europeo. E poi se un tecnico di lungo corso come Petkovic ha scelto di portarlo tra i 23 presenti ad Euro2016, nonostante avesse una sola presenza in nazionale, significa che la stoffa è di qualità eccelsa.
Siamo davanti a uno dei possibili top 5 difensori del prossimo futuro.  

Elvedi, di spalle, contrasta Sterling in una partita di Champions League (Getty Images)

+

A CHI SERVIREBBE IN SERIE A? - In difesa, poche eccezioni a parte, dalle nostre parti non abbonda il talento: il valore di mercato secondo Transfermarkt.it è di 5 milioni di euro, ma il prezzo salirà rapidamente. Potrebbe essere un profilo da Fiorentina, sempre capace nello scovare giovani di talenti finché sono a buon mercato, potrebbe tornare utile a un Napoli che presto o tardi si priverà di Albiol o Koulibaly e avrebbe in Elvedi un giocatore "rivendibile", potrebbe essere un buon colpo per l'Inter o il Milan, alle prese con problemi più che evidenti in zona difensiva: soprattutto i nerazzurri, con il corso "cinese" improntato ai giovani di talento, potrebbero farci un pensiero. 

"Saranno Famosi", come il telefilm degli anni '80 o gli amici di Maria De Filippi. Una rassegna settimanale - con due uscite in programma, sempre di martedì - sui giovani talenti chiamati ad essere i protagonisti del domani: aneddoti, analisi e giocate degli Under 23 di tutto il mondo che potrebbero, perché no, divenire un giorno beniamini della nostra Serie A. Dal 18enne brasiliano che vanta già numeri da capogiro in patria, al 20enne inglese che difficilmente riuscirà ad adattarsi al nostro campionato, senza dimenticare il giovane italiano costretto al girovagare tra serie minori e squadre Primavera. Perché non si vive di soli FG Files, ma anche di possibili colpi del domani. Fg Young, per servirvi.


Ti è piaciuto questo articolo? Dillo ai tuoi amici!