SHARE

FG YOUNG - Saranno Famosi: Christian D'Urso, al centro del campo... dal centro d'Italia

Nativo di Rieti, il centrocampista scuola Roma cerca spazio in Serie B


|

Viene dal centro d'Italia, Christian D'Urso e da lì è partito per prendersi... il centro del campo e, magari, della scena futura del calcio italiano. Classe 1997, D'Urso è nativo di Rieti (città conosciuta come "Umbilicus Italiae", ovvero "Ombelico d'Italia") ed è di proprietà della Roma. Gioca in Serie B, gli piacciono il ping-pong e Buzz Lightyear e sogna di diventare il nuovo Strootman, magari proprio con la maglia giallorossa con la quale è cresciuto. 

CHI È - Nato il 26 luglio del 1997, D'Urso comincia a giocare a calcio con il Rieti Fc, squadra della sua città. Nel 2010/11 passa alla Roma, dove fa tutta la trafila delle giovanili fino a giocare anche un "Final Four" della Champions League giovanile. Quest'anno il salto tra i "grandi", accettando il prestito al Latina, in Serie B: una quindicina di presenze tra i nerazzurri e poi il cambio di maglia a gennaio, quando lo chiama il Carpi. In biancorosso, però, ancora non riesce a trovare il giusto spazio e chissà, al netto delle difficoltà societarie del Latina, se non si sia pentito di aver accettato la nuova soluzione nel corso dell'ultimo mercato.
Intanto, però, oltre alle presenze nella Rappresentativa di Serie D, ecco che ci sono anche le presenze con l'Italia: una in Under 20, 3 in Under 19, una in Under 18.    

RUOLO E CARATTERISTICHE TECNICHE - Nato come esterno offensivo, De Rossi senior (allenatore della Primavera della Roma) lo ha impostato come interno di centrocampo. Alto un metro e 78 e dal fisico asciutto, abbina qualità e quantità e, soprattutto, ha ottimi tempi d'inserimento. Ultimamente è cresciuto tanto anche sul piano della tattica.    

STATISTICHE - Riassumiamo in una tabella presenze, reti e assist di Christian D'Urso.

In Nazionale conta una presenza con l'Under 10; 3 partite in Under 19; una presenza in Under 18.

*sono escluse le presenze con la seconda squadra e le giovanili.

SQUADRASTAGIONE - COMPETIZIONEPRESENZERETI ASSIST
CarpiSerie B - 2016/171--
LatinaSerie B - 2016/1715--
PERCHÉ TENERLO D'OCCHIO - Perché il settore giovanile della Roma ha sfornato prodotti di qualità e affidabili. Magari la sua prima stagione da professionista non sarà quella della sua consacrazione, ma sarà utile a fargli fare le ossa e il (ri)lancio potrebbe arrivare prestissimo.

   

A CHI SERVIREBBE IN SERIE A - Per adesso è della Roma, ma un profilo come il suo è adatto al Sassuolo (Pellegrini vi dice nulla?). O magari a una neopromossa che non abbia timore di lanciare i giovani con tranquillità.   
DICONO DI LUI (IN COLLABORAZIONE CON 'LA GIOVANE ITALIA') - Alberto De Rossi (allenatore Roma Primavera): "Grandissime doti tecniche sia in trasmissione che in ricezione, veloce sia nei primi passi che in progressione, ottima resistenza fisica. Introverso e timido, partecipa comunque con entusiasmo alle attività di gruppo, dimostra grande attenzione e concentrazione alle proposte di lavoro. Molto positivo all'interno della squadra".    
CHI CI RICORDA (IN COLLABORAZIONE CON 'LA GIOVANE ITALIA') - Simone Perrotta.  

"Saranno Famosi", come il telefilm degli anni '80 o gli amici di Maria De Filippi. Una rassegna settimanale - con due uscite in programma, sempre di martedì - sui giovani talenti chiamati ad essere i protagonisti del domani: aneddoti, analisi e giocate degli Under 23 di tutto il mondo che potrebbero, perché no, divenire un giorno beniamini della nostra Serie A. Dal 18enne brasiliano che vanta già numeri da capogiro in patria, al 20enne inglese che difficilmente riuscirà ad adattarsi al nostro campionato, senza dimenticare il giovane italiano costretto al girovagare tra serie minori e squadre Primavera. Perché non si vive di soli FG Files, ma anche di possibili colpi del domani. Fg Young, per servirvi.     


Ti è piaciuto questo articolo? Dillo ai tuoi amici!