SHARE

FG YOUNG - Saranno Famosi: Nikola Vlasic, il trequartista che vuole saltare sempre più in alto

fratello di blanka, campionessa del salto in alto, il classe '97 dell'hajduk spalato è uno dei prospetti più interessanti del calcio croato


|

Seppur promettente, Nikola Vlasic ne avrà di strada da fare per diventare lo sportivo più noto della sua famiglia: è questo il prezzo da pagare quando tua sorella si chiama Blanka ed è una affermata campionessa del salto in alto (2 ore e 2 argenti ai Mondiali, un argento e un bronzo alle Olimpiadi). 
Eppure, avendo ben 14 anni in meno, Nikola ha tutto il tempo e le qualità per raggiungere le vette scalate (o saltate) dalla sorella. Il tutto, però, avverrà a tempo debito: per ora, in famiglia, si punta ancora tanto su Blanka, tanto che la scorsa estate il giovane centrocampista offensivo ha rinunciato a trasferirsi in Premier League per permettere all'adorata sorella di allenarsi in vista di Rio de Janeiro 2016 senza scossoni emotivi. 
Un gesto affettuoso, che non tarperà le ali di Nikola, pronto presto a spiccare il volo verso l'elite del calcio europeo. 

CHI È - Nato a Spalato il 4 ottobre del 1997, Nikola Vlasic ha da sempre militato nell'Hajduk, la squadra della sua città, giocando in tutte le categorie giovanili, fino ad esordire in prima squadra nel 2014/15: una prima volta bagnata da un gol, in un preliminare di Europa League contro il Dundalk. 
Da lì in poi, Vlasic non è più uscito dal giro della prima squadra: due stagioni da titolare in campionato (e in Europa), gli sono valse le attenzioni dei grandi club europei, soprattutto inglesi: Chelsea, Arsenal e Tottenham avrebbero voluto portarlo in Premier League, ma la scelta della sorella di allenarsi in Croazia e la voglia di giocare "e di non finire in prestito o costantemente in panchina" (parole del padre Josko) hanno indotto Nikola a restare ancora a Spalato in questa stagione. E chissà che il grande salto che lo attende non lo porti in Serie A: le milanesi sono molto interessate al giovane croato che, nonostante l'età, è già da tempo nel giro dell'Under 21 del suo Paese.

Nikola Vlasic impegnato con la maglia della Croazia (Getty Images)

+

RUOLO E CARATTERISTICHE TECNICHE - Centrocampista offensivo, Vlasic è adatto a giocare in tutti le posizione dietro la punta centrale in un 4-2-3-1 o da ala destra o sinistra in un 4-3-3. Fisico asciutto, ma ben strutturato (è alto 1,80), Vlasic fa della qualità il suo punto forte: sa giocare la palla, è abile nel dribbling, è rapido nelle giocate, freddo sotto porta e bravo sui calci piazzati: qualità che gli hanno saltuariamente permesso di giocare anche da attaccante puro, come centravanti non proprio fisico, ma di qualità. 

STATISTICHE - Riassumiamo in una tabella presenze, reti e assist di Nikola Vlasic. 

In Nazionale ha giocato in Under 16 (8 presenze, 1 gol), in Under 17 (8 presenze, 1 gol), in Under 18 (2 presenze, 1 gol), in Under 19 (3 presenze) e in Under 21 (4 presenze). 

*sono escluse le presenze in seconda squadra o nelle giovanili.

SQUADRACOMPETIZIONE - STAGIONEPRESENZEGOL ASSIST
Hajduk SpalatoCampionato Croato 2016/17-3
Hajduk SpalatoPrel. Europa League 2016/176-1
Hajduk SpalatoCampionato Croato 2015/162315
Hajduk SpalatoCoppa di Croazia 2015/163--
Hajduk SpalatoPrel. Europa League 2015/16812
Hajduk SpalatoCampionato Croato 2014/152733
Hajduk SpalatoCoppa di Croazia 2014/155--
Hajduk SpalatoEuropa League 2014/151--
Hajduk SpalatoPrel. Europa League 2014/1541-

PERCHÉ TENERLO D'OCCHIO - Perché è l'ennesimo prodotto di qualità della florida scuola croata, perché ha numeri e qualità importanti, perché se le inglesi hanno provato di tutto per accaparrarselo già la scorsa estate significa che le sue credenziali sono più che valide. 
Per un giocatore della sua età, avere statistiche così "ricche" è un vantaggio: 19 anni da compiere tra due settimane, ma già conta quasi 60 presenze in campionato e quasi 20 in Europa, seppur nei preliminari della competizione meno nobile. 

A CHI SERVIREBBE IN SERIE A - Delle milanesi abbiamo già parlato, ma potrebbe essere un giocatore adattissimo al Sassuolo (magari se va via Berardi?) o alla Lazio (se Keita o Felipe Anderson salutassero la compagnia). 
Dubitiamo che sia un profilo da cedere in prestito per testarlo, ma nel caso potrebbe trovare fortuna al Genoa, sempre bravo a valorizzare giocatori offensivi, o al Bologna, dove con Donadoni potrebbe crescere molto, molto bene.

 
"Saranno Famosi", come il telefilm degli anni '80 o gli amici di Maria De Filippi. Una rassegna settimanale - con due uscite in programma, sempre di martedì - sui giovani talenti chiamati ad essere i protagonisti del domani: aneddoti, analisi e giocate degli Under 23 di tutto il mondo che potrebbero, perché no, divenire un giorno beniamini della nostra Serie A. Dal 18enne brasiliano che vanta già numeri da capogiro in patria, al 20enne inglese che difficilmente riuscirà ad adattarsi al nostro campionato, senza dimenticare il giovane italiano costretto al girovagare tra serie minori e squadre Primavera. Perché non si vive di soli FG Files, ma anche di possibili colpi del domani. Fg Young, per servirvi.  


Ti è piaciuto questo articolo? Dillo ai tuoi amici!