SHARE

VIP - Davide "Montana" Iovinella: dal campo da calcio al set dei film porno

Dalla serie D col Pomigliano, fino all'accademia di rocco siffredi, con esame finale passato a pieni voti. il terzino è già impegnato nella produzione del nuovo film ma giura: "no, col pallone non ho smesso"


|

Finalmente, anche Davide Iovinella è riuscito a prendere il suo “pezzo di carta”. E pure il suo pezzo di carne, anche se magari saranno più d'uno. Nemmeno un mese fa, il suo passaggio dai campi da calcio ai set dei film porno, aveva destato scalpore. Eppure Davide è sempre stato un ragazzo dalle idee chiare e non ha mai fatto mistero delle sue ambizioni. Quella vita da terzino in Serie D ed Eccellenza gli stava un po' stretta - altro che quella da mediano - e così ha provato a tramutare un sogno in una laurea speciale, quella dell'"Accademia Rocco Siffredi", che, a suo dire, gli è costata la stessa fatica e sudore di quando corre sulla fascia. Niente battute squallide o doppi sensi volgari: se il calcio in Italia è una cosa seria anche in Seconda categoria, figuriamoci se può ridursi a machismo spicciolo il contesto del porno.

La carriera da calciatore di Iovinella non è stata niente di speciale. Oltre ai terreni angusti, poca erba e tribune di cemento, ha riservato davvero poche emozioni oltre alla pura passione per il calcio. Nella stagione 2012-2013 veste la maglia del Sora, mettendo insieme 24 presenze. L'anno successivo gioca nella Turris e oltre a scendere in campo 16 volte, chiude con all'attivo 3 reti. Nel campionato 2014-15 passa al Neapolis e racimola solo 10 presenze. Dopo un triennio in D, la stagione dopo scende in Eccellenza nei Boys Cavanese: 20 presenze e 2 gol. In quest'ultima annata torna nei Dilettanti a giocare nel Pomigliano, scendendo in campo 19 volte e mettendo a segno una rete. Per il momento la carriera col pallone è ferma, ma non chiusa, semmai in stand by. 

Nella testa di "Dadà" - come si fa chiamare - c'è da tempo l'idea di provare a tracciare un'altra traiettoria nella vita, quella che lo porta a diventare un attore per il cinema porno. Da mesi, ancor prima della fine del campionato, ragiona molto su come concretizzare quest'ambizione e sul suo profilo instagram inizia a postare, come sempre, foto che riguardano la sua vita, con la differenza che aggiunge ad ognuna l'hashtag  #PoiViSpiego. E' l'inizio di un aggiornamento social costante, ma dai dettagli ancora un po' "chiusi", sul raggiungimento del suo sogno. 

Per raggiungere il suo nuovo obiettivo, Davide sceglie la strada del silenzio sulle sue intenzioni ma soprattutto quella più "hard" iscrivendosi alle selezioni per entrare a far parte dell'Accademia del "maestro" Rocco Siffredi. La scuola è nata nel 2015 e - come il calcio - pure il settore a luci rosse ha bisogno del suo vivaio. Iovinella passa un provino a cui partecipano migliaia di ragazzi e così, dal massimo riserbo, la notizia si fa largo nell'ambiente del calcio e del giornalismo sportivo. "E' tutto vero. Ho fatto un provino per entrare nella scuderia di attori porno dell'agenzia di Rocco Siffredi - conferma a metà giugno scorso il giocatore a "Notiziario Calcio" -  Il primo step è stato superato diciamo a pieni voti. Domenica ho il volo per l'Ungheria, lì resterò una settimana e sarò messo alla prova sul campo. Sarà la mia finale praticamente, la partita decisiva". Il 18 giugno Iovinella raggiunge Budapest per la seconda fase della sua avventura: lo stage col maestro. 

In una lunga intervista rilasciata al sito "Marcianise.info", Davide dichiara con orgoglio non solo di aver passato le selezioni ma di essersi classificato primo. Sin dalle prime esperienze con Siffredi, ha poi avuto modi di capire quanto quello del pornoattore sia un lavoro veramente difficile e faticoso. "Inizialmente l’imbarazzo c’era - ha poi ammesso alla testata locale - ma grazie alla mia determinazione sono riuscito subito a sentirmi a mio agio, sopratutto grazie a Rocco e tutto lo staff. Credo che il sogno di diventare un attore hard sia un po’ il desiderio nascosto di tutti, che però non tutti riescono a realizzare. Era ed è il mio sogno e farò il possibile per realizzarlo". Se mai ci fosse bisogno di una nuova conferma, Iovinella ora "Montana", è dotato di tanta determinazione e pochi pregiudizi: "Il mondo dell’hard non è prostituzione ma lavoro" sostiene a ragione e spiega che l'unica critica che teme non è certo quella della gente qualunque ma della famiglia che ha preso molto bene questo suo nuovo percorso. 

In ogni intervista, Dadà ribadisce sempre fermo una cosa: "Io non smetto di giocare a calcio. Ho ancora voglia di correre dietro ad un pallone. Sono giovane e credo ancora nel mio sogno. Di certo continuerò a calcare i campi di calcio a prescindere dal mondo del porno".

Visto che è un classe '93, è possibile abbia tempo per entrambi i mestieri, solo che in uno degli ultimi aggiornamenti instagram, ci fa sapere che al momento è impegnato su un set del nuovo film:

Dovesse filare tutto liscio con il cinema hard e non tornare più a calcare i campi di calcio, nessun problema: #PoiCispiegherà. 

Fonti:

Marcianise.Info
Notiziario Calcio
Tuttocalciatori
Il Mattino


Ti è piaciuto questo articolo? Dillo ai tuoi amici!